Main menu

Pages

Come fare backup su disco esterno USB

Backup disco Il PC è il posto dove conserviamo tutti i file, inclusi quelli più importanti come documenti di lavoro, tesi, tesine e fatture di ogni tipo. Nonostante i dischi fissi siano dotati di una buona resistenza, esso è la parte più delicata di un PC e basta un virus potente (come un ransomware), uno sbalzo di tensione, un fulmine che colpisce l'impianto di casa o la semplice usura del disco per compromettere i file più importanti custoditi sul PC.
Prima che sia troppo tardi possiamo effettuare il backup dei file e dei documenti importanti su un disco esterno, da scollegare alla presa USB periodicamente e da tenere lontano dal PC quando non necessario; in questo modo, qualsiasi cosa capiterà al computer, non perderemo i documenti più importanti perché ben custoditi in uno spazio di memoria non accessibile al momento del fatto (ovviamente non dovremo tenere sempre collegato il disco esterno al PC).
In questa guida vi mostreremo come fare backup su disco esterno USB utilizzando gli strumenti forniti da Windows, mostrandovi anche quali dischi USB utilizzare per lo scopo.

LEGGI ANCHE: Come Fare il Backup: modi migliori per salvare e recuperare file

Come fare backup su disco esterno USB

Nei capitoli successivi vi mostreremo come scegliere un buon disco esterno per fare il backup dei dati, seguito dal capitolo dedicato al backup vero e proprio.

Caratteristiche disco fisso USB esterno

USB esterno

Non è necessario che il disco esterno per il backup abbia delle caratteristiche "speciali", ma dovremo comunque assicurarci che possa essere letto da qualsiasi PC e che supporti lo standard USB più veloce, così da rendere veloce il salvataggio del backup. Per lo scopo dovremo controllare che il disco fisso esterno scelto abbia le seguenti caratteristiche:
  1. almeno 1 TB di spazio interno: ormai è uno standard, tutto questo spazio aiuterà a conservare un bel pò di file; se dobbiamo conservare file video, vi consigliamo di puntare sui modelli da 2 o 3 TB;
  2. cavo USB 3.0: per poter leggere e scrivere file ad alta velocità assicurati che il cavo USB supporti la versione 3.0, tra le più veloci attualmente disponibili; puoi accorgerti di questa caratteristica osservando il colore blu della presa;
  3. compatibilità con USB 2.0: se il tuo PC ha porte USB 2.0 puoi sfruttarle per collegare il disco esterno; in questo caso andrà più lento ma potrai comunque accedere ai file;
  4. supporto SATA 3: il disco integrato deve supportare lo standard SATA 3, che garantisce ottime velocità in lettura e in scrittura;
  5. autoalimentazione: il disco deve ricevere l'energia elettrica di cui necessita dalla presa USB, quindi niente cavi esterni o cavi doppi per l'alimentazione.
Se necessitiamo di maggiore velocità in lettura e scrittura, possiamo anche prendere in esame i dischi SSD esterni, come visto nella nostra guida ai Migliori SSD esterni portatili.

Quale disco esterno USB comprare

Dopo aver visto alcune delle caratteristiche che deve possedere il disco esterno per backup, ecco la lista dei modelli che possiamo acquistare online, subito pronti all'uso.

KEXIN Extreme SSD Portatile 120GB
Un disco esterno USB economico, veloce (non è un hard disk ma un'unità SSD) anche se poco capiente, con 120 GB di spazio disponibile, è il KEXIN Extreme SSD Portatile (41€).

TOSHIBA Canvio Basics 1TB
TOSHIBA

Altro disco economico e capiente per i backup dei dati importanti, visto che dispone di 1 TB di spazio, cavo USB 3.0 e preformattazione NTFS (subito pronto all'uso). Possiamo visionare questo disco da qui -> TOSHIBA Canvio Basics 1TB (45€).

Western Digital Elements 2TB
Western Digital

Se cerchiamo maggiore spazio per i nostri file di backup, possiamo puntare sull'Elements di WD, che dispone di 2 TB di spazio interno, cavo USB 3.0 e software di backup WD in prova gratuita. Possiamo visionare questo disco da qui -> Western Digital Elements 2TB (69€).

Per visionare altri modelli interessanti possiamo leggere la nostra guida ai Migliori Hard disk esterni portatili: guida all'acquisto.

Case HDD per dischi interni

Enclosure HDD

Se abbiamo dei dischi fissi SATA interni per computer portatili (da 2,5 pollici), possiamo "convertirti" i dischi esterni USB utilizzando i case HDD o Enclosure HDD, in grado di custodire i dischi e fornire un'interfaccia USB-SATA per poterli utilizzare su qualsiasi porta USB.
I modelli sono tutti molto simili tra di loro, basterà scegliere quello più piacevole esteticamente tra i modelli visibili qui in basso:
  1. POSUGEAR Case Esterno per Disco Rigido 2.5", USB 3.0 (8€)
  2. EasyULT Case Esterno per Disco Rigido 2.5", USB 3.0 (9€)
  3. AUKEY Case Esterno per Disco Rigido 2.5" USB 3.0 (9€)
  4. AmazonBasics - Alloggiamento per hard disk SATA da 2,5 pollici USB 3.0 (12€)
  5. UGREEN Case Esterno per Disco Rigido USB C 3.1 Gen 2 (15€)
Per visionare altri case HDD per i nostri dischi, possiamo leggere la nostra guida su Come collegare dischi al PC via USB: adattatori SATA, case e docking station.

Come fare il backup dei dati da Windows 10

Una volta collegato il disco esterno USB (da dedicare al backup dei dati) al PC, non dovremo far altro che aprire il menu Start in basso a sinistra, aprire l'app Impostazioni e portarci nel percorso Aggiornamento e sicurezza -> Backup.
Backup dati

Da questa schermata facciamo clic sul pulsante Aggiungi un'unità e selezioniamo il disco fisso USB collegato al computer (identificato come Disco rimovibile).
Per effettuare il backup vero e proprio assicuriamoci che sia attivo il pulsante sotto la voce Eseguire automaticamente il backup dei file, selezioniamo la voce Altre opzioni, aggiungiamo le cartelle da inserire all'interno del backup con il pulsante Aggiungi una cartella (controlliamo che la cartella non sia già presente tra quelle predefinite), impostiamo 10 minuti sotto la voce Esegui il backup dei file quindi premiamo in alto sul pulsante Esegui backup ora per avviare il backup.
In altri articoli ricordiamo le guide dettagliate su come fare il backup di file in Windows 10 e su come attivare il Backup automatico di Windows 10.
Tasto Backup

Al termine del backup potremo rimuovere il disco utilizzando la rimozione sicura (altamente consigliata in questo tipo di operazioni).
D'ora in avanti è sufficiente collegare il disco fisso USB al PC e aspettare 10 minuti, così da effettuare il backup automatico dei dati e delle cartelle importanti; se vogliamo procedere velocemente con il backup manuale basterà portarsi in Impostazioni -> Aggiornamento e sicurezza -> Backup -> Altre opzioni e premere sul pulsante Esegui backup ora.

NOTA: anche scollegando il disco Windows 10 attenderà che il disco venga ricollegato per poter effettuare il backup automatico.

Se utilizziamo altre versioni di Windows (7 o 8.1), vi consigliamo di effettuare il backup dei dati come indicato nella nostra guida a Tutti gli strumenti di backup e ripristino file inclusi in Windows.

Conclusioni

Effettuare un backup dei dati e delle cartelle importanti su Windows 10 è relativamente semplice, visto che non dovremo fare altro che comprare un buon disco fisso USB e impostarlo come "bersaglio" per il backup dei dati (chiamato anche Cronologia file) incluso all'interno di Windows 10.

Se vogliamo utilizzare un programma esterno per il backup dei file e delle cartelle, vi consigliamo di leggere la nostra guida ai Migliori Programmi per fare backup gratis automatici e incrementali. Per fare il backup dei programmi installati (anche per reinstallarli su altri PC), possiamo leggere il nostro articolo Backup di programmi installati e impostazioni su Windows.
Se invece cerchiamo un modo rapido e veloce per fare il backup di tutto il sistema Windows, basterà leggere il nostro approfondimento su Come fare il backup e ripristino del computer semplice, veloce e completo.
reactions

Commenti

table of contents title