Come trovare il telefono spento (se perso)

cercare telefono spento Cercare un telefono perso, se si è spento, è davvero un bel problema, perchè i normali strumenti di localizzazione smettono di funzionare e qualsiasi metodologia richiede sicuramente un po' di fortuna. Oltre alla fortuna, il fattore più importante nel cercare di ritrovare uno smartphone se è ormai scarico oppure è spento, è il tempo: appena ci si accorge di non sapere dove sta il cellulare, bisogna agire immediatamente per ritrovarlo, sia facendo uno sforzo di memoria, sia, come vedremo qui, usando strumenti tecnologici che possono aiutare sicuramente.
In questa guida, quindi, vediamo tutto quello che si può fare per ritrovare lo smartphone perso anche se è spento, con diversi modi di localizzarlo a seconda se si tratta di un telefono Samsung, Huawei, Xiaomi o qualsiasi altro Android oppure un iPhone.

Modi standard per rintracciare lo smartphone

Abbiamo visto in un'altra guida tutti i modi di rintracciare il telefono Android o iPhone. Entrambi i sistemi operativi, ossia Android e iOS, hanno al loro interno una funzionalità di localizzazione che permette di sapere dove si trova lo smartphone in ogni momento, se questo è acceso: trova il mio Android, attivabile nelle impostazioni del telefono e Trova il mio iPhone, da attivare nelle impostazioni di iOS.
Se abbiamo uno smartphone Samsung, Xiaomi, Huawei o altro tipo con sistema Android, sarà quindi possibile andare sul sito Google https://www.google.com/android/find per localizzarlo, mentre l'iPhone si può rintracciare aprendo il sito iCloud.com.
Oltre a vedere la mappa, dal sito di localizzazione del telefono Android e da iCloud, è possibile far squillare il telefono. Questo funziona anche se lo smartphone fosse impostato con la suoneria muta e non emettesse alcun suono se viene chiamato con un telefono.
In entrambi i casi è possibile fare in modo che, una volta che verrà acceso da chi lo trova (oppure da chi lo ha rubato), esso sia bloccato. Inoltre è anche possibile inviare il comando di cancellazione di tutti i dati al suo interno, se siamo praticamente sicuri che non lo ritroveremo più.
Per iPhone, è anche possibile fare in modo che il telefono perso possa inviare un SMS con le coordinate geografiche per ritrovarlo, utile se lo smartphone è acceso ma offline e non connesso a internet.

Ritrovare il telefono spento con Google Maps

Sia con un telefono Android che con un iPhone, se abbiamo configurato un account Google e non abbiamo disattivato la cronologia di posizioni dentro l'app Google Maps, è possibile vedere esattamente dove siamo stati durante il giorno e dove stava il telefono l'ultima volta che era acceso. Si può quindi controllare la cronologia delle posizioni di Google Maps per vedere tutti gli spostamenti fatti con il telefono in tasca o in borsa, con tutti gli orari e le date. Il sito in cui si trova la mappa degli spostamenti fatti è https://www.google.com/maps/timeline

Usare altre applicazioni per ritrovare il telefono

Su ogni smartphone Android è possibile installare un'applicazione aggiuntiva che permette di ritrovare un telefono quando viene perso, sfruttando la localizzazione di rete e quella del GPS. Abbiamo parlato di queste app in diversi post, con le app antifurto per Android per controllare e bloccare il cellulare a distanza dal pc e le app per trovare il cellulare rubato o perso.
Tra queste, una di quelle più efficaci e più particolari è, sicuramente, Android Lost, non la più facile da usare, ma con una funzionalità che la rende più efficace di tante altre come antifurto. Anche se, infatti, il telefono fosse spento, è possibile inviargli un SMS in modo che, appena viene acceso (se qualcuno lo trova), possa eseguire un comando per farsi individuare. Tramite SMS, quindi, se l'app è installata nel telefono, è possibile attivare la rete wifi, registrare dal microfono, scattare una foto, leggere SMS e tanto altro. Per utilizzare questa applicazione, che si nasconde nel sistema con un altro nome dopo l'installazione, vanno utilizzati i comandi via SMS come spiegato nel sito di Androidlost.

Ovviamente, tutti i metodi qui spiegati e qualsiasi altro si può trovare tramite app esterne, cercano di individuare la posizione di uno smartphone tramite la connessione di rete ed i satelliti GPS quindi, se il telefono è spento o scarico, tutto questo non sarà possibile. Per fortuna, tramite le applicazioni e gli strumenti visti sopra, è ancora possibile sapere almeno l'ultima posizione ed attivare azioni che possano facilitare il ritrovamento dopo.
Per finire, ricordiamo le app Android per far suonare il cellulare anche se silenzioso o non prende, utili quando si perde il telefono a casa.

Posta un commento

Comments (0)

Nuova Vecchia