Main menu

Pages

Migliori robot aspirapolvere con supporto ad Alexa e Google Home

Robot comandi vocali I robot aspirapolvere sono realtà da molti anni ormai e permettono di pulire casa senza fatica e in maniera completamente automatizzata, anche quando siamo fuori casa o quando stiamo facendo altro. Se però vogliamo integrare i robot con gli altri dispositivi di domotica, magari creando delle routine o delle azioni precise poco prima di tornare a casa o subito dopo essere usciti, dovremo puntare sui moderni robot aspirapolvere dotati di supporto ai comandi vocali, gestibili quindi anche da Google Assistant e Amazon Alexa.
In questa guida vi mostreremo i migliori robot aspirapolvere con supporto ad Amazon Alexa e Google Assistant (chiamato anche Google Home e Google Nest), così da poter lanciare le pulizie con i comandi vocali e programmarle con specifiche azioni o ruotine, senza dover fare praticamente nulla (l'unico requisito è la connessione del servizio cloud dei robot agli assistenti vocali).

Migliori robot aspirapolvere con comandi vocali

Nei capitoli qui in basso vi mostreremo i robot aspirapolvere che possiamo guidare con i comandi vocali direttamente da Google Home/Nest o da Amazon Alexa e vi mostreremo come aggiungerli alle app e ai servizi citati, così da poter comandare l'avvio dei robot con un comando vocale o inserire il loro avvio in una routine programmata.

Guida all'acquisto

Vediamo subito quali robot aspirapolvere con supporto agli assistenti vocali possiamo acquistare.

Robot aspirapolvere LEFANT
LEFANT

Uno dei robot aspirapolvere più venduti in assoluto per l'ottimo rapporto qualità prezzo è quello di LEFANT, che dispone di una batteria con 100 minuti di autonomia, connessione Wi-Fi e app da Remoto dedicata, sensori di prossimità, supporto per assistente Google e Alexa, mappa automatica della stanza e del percorso.
Possiamo visionare questo robot da qui -> Robot aspirapolvere (180€).

IKOHS netbot S15
IKOHS

Altro valido robot aspirapolvere compatibile con i comandi vocali è l'IKOHS netbot S15, un vero tuttofare visto che spazza, aspira, passa il panno e lava su ogni genere di superficie, dispone di una buona autonomia, si comanda via app o tramite telecomando IR dedicato e si connette con facilità a Google Home o Amazon Alexa per controllarlo tramite voce.
Possiamo visionare questo robot da qui -> IKOHS netbot S15 (179€); l'app per configurare questo robot è IKHOS, scaricabile gratuitamente per Android e iPhone.

ECOVACS Robotics DEEBOT 605
ECOVACS

Tra i dispositivi di fascia media possiamo visionare anche l'ECOVACS Robotics DEEBOT 605, un robot aspirapolvere e lavapavimenti con serbatoio dell'acqua da 0,3L, connessione Wi-Fi, passaggio automatico tra le modalità, mappa del percorso e delle stanze e compatibilità con Amazon Alexa e Google Home, oltre con l'app dedicata.
Possiamo visionare questo robot da qui -> ECOVACS Robotics DEEBOT 605 (159€); l'app per configurare questo robot è ECOVACS HOME, disponibile gratuitamente per Android e iPhone.

Proscenic 820S
Proscenic

Nella fascia alta del mercato possiamo trovare il Proscenic 820S, che vanta un'aspirazione da 1800Pa, sistema di ricarica automatica (torna da solo alla base), modulo Wi-Fi, sensori anticaduta e antiurto e controllo remoto tramite App o tramite Google Home e Amazon Alexa.
Possiamo visionare questo robot da qui -> Proscenic 820S (199€); l'app per configurare questo robot è ProscenicHome, disponibile gratuitamente per Android e iPhone.

Xiaomi Robot Aspirapolvere Vacuum-Mop PRO
Xiaomi Mop Cleaner
Il robot di Xiaomi è praticamente identico al modello Rombla con lo stesso prezzo e funziona come aspirapolvere e pulitore grazie al panno in microfibra ed il serbatoio dell'acqua. La qualità Xiaomi è molto elevata e questo modello, uscito a fine 2020, è uno dei più economici e migliori in assoluto. Si configura con l'app Xiaomi Home per Android e iPhone, si può programmare, si può guidare dall'app ed è in grado di disegnare la mappa di casa per potersi muovere in modo intelligente.


iRobot Roomba 692
iRobot

Come top di gamma nel settore dei robot aspirapolvere troviamo l'iRobot Roomba 692, che vanta la tecnologia Dirt Detect, sistema a 3 Fasi, connessione Wi-Fi, pulizia programmabile da app, sistema antiurto e anticaduta, ricarica automatica e compatibilità con Amazon Alexa.
Possiamo visionare questo robot da qui -> iRobot Roomba 692 (250€); l'app per configurare questo robot è iRobot HOME, disponibile gratuitamente per Android e iPhone.

Come connettere un robot aspirapolvere ad Amazon Alexa

Se vogliamo utilizzare uno dei robot consigliati su Amazon Alexa, non dovremo far altro che connettere il dispositivo all'app dedicata (fate riferimento alle istruzioni, alle informazioni o ai commenti inseriti dagli utenti nella pagina di Amazon), registrare un account gratuito al servizio cloud e aggiungere il robot ai dispositivi disponibili nell'app, così da abilitare anche la connessione Wi-Fi con la nostra rete domestica.
Una volta aggiunto il robot all'app dedicata, apriamo l'app Amazon Alexa (disponibile per Android e iOS/iPadOS), effettuiamo l'accesso con il nostro account Amazon, apriamo il menu laterale premendo sulle tre linee in alto a sinistra, premiamo su Skill e giochi e cerchiamo la skill con il nome del produttore dell'aspirapolvere, il nome del servizio cloud o con il nome dell'app dedicata (per esempio iRobot Home per le Roomba).
Skill Alexa

Premiamo sul pulsante Abilita all'uso, quindi inseriamo le credenziali d'accesso create all'interno dell'app dedicata (confermiamo anche eventuali permessi richiesti per l'accesso ai dispositivi via remoto).
Dopo aver inserito le credenziali partirà la ricerca di nuovi dispositivi in rete: dopo qualche secondo vedremo comparire il robot tra i dispositivi connessi ad Amazon Alexa.

Come connettere un robot aspirapolvere a Google Home/Nest

Se invece volessimo aggiungere uno dei robot consigliati a Google Home/Nest, effettuiamo l'accesso dall'app del robot (creando se necessario un nuovo account), colleghiamo il robot all'app e alla rete Wi-Fi come visto nel capitolo precedente e, una volta connesso, apriamo l'app Google Home (disponibile per Android e iOS/iPadOS), effettuiamo l'accesso con un account Google/Gmail/YouTube (se necessario), pigiamo sul simbolo + in alto a sinistra, premiamo sul menu Configura dispositivo e infine selezioniamo la voce Hai già configurato qualcosa?
Google Home

Utilizziamo il pulsante a forma di lente d'ingrandimento in alto per cercare il servizio cloud o il nome dell'app che accompagna il nostro robot, pigiamo su di esso e inseriamo le stesse credenziali create in fase di aggiunta del robot all'app dedicata.
Una volta confermato l'accesso il robot comparirà tra i dispositivi non associati all'interno dei nostri dispositivi di domotica: premiamo sul nome del robot per assegnarli una stanza e per cambiare eventualmente il nome da utilizzare (importante per i comandi vocali).

Conclusioni

I robot aspirapolvere possono diventare davvero intelligenti e pratici se abbinati ad Amazon Alexa e Google Home, così da poter iniziare le pulizie anche quando siamo fuori casa o in una precisa routine, da attivare solo in determinati giorni o in determinate condizioni (per esempio se usciamo di casa o se lanciamo un comando vocale prima di uscire).

Per creare nuovi comandi vocali da assegnare ai robot aspirapolvere o ad altri dispositivi connessi, vi rimandiamo alla lettura delle nostre guide Amazon Alexa: Come creare routine e nuovi comandi vocali e Google Assistant: Come creare nuovi comandi vocali.
Se invece volessimo aggiungere nuovi dispositivi di domotica vi consigliamo di leggere il nostro articolo Domotica (Smart Home): i migliori dispositivi da installare e usare.
reactions

Commenti

table of contents title