Quando usare la navigazione in incognito (Chrome, Firefox, Edger, Safari)?

Navigazione anonima Sono molte le persone che non hanno chiaramente capito cos'è e a cosa serve la modalità di navigazione in incognito, confondendola spesso con la navigazione cifrata o con la navigazione segreta (che ha ben altri scopi e richiede altri strumenti aggiuntivi rispetto al semplice browser).
Visto che la confusione regna sovrana, in questa guida vi mostreremo cosa è la navigazione in incognito e quando la possiamo (o dobbiamo) utilizzare, così che, la prossima volta che ci ritroveremo in uno degli scenari descritti in basso, sapremo subito come tutelare la nostra privacy o evitare di rovinare sorprese o relazioni a causa della nostra sbadataggine.
Oltre a mostrarvi gli scenari d'utilizzo, vi mostreremo anche come attivare la navigazione in incognito su tutti i principali browser sia da PC che da smartphone/tablet.

LEGGI ANCHE: Come usare sempre la navigazione web privata su PC

Quando usare la navigazione in incognito?

Per evitare di fare nuovamente confusione tra navigazione in incognito e navigazione segreta leggiamo attentamente i capitoli presenti qui in basso, così da avere un quadro chiaro della funzionalità.

Cosa è la navigazione in incognito

La navigazione privata, in incognito o navigazione anonima (cambia nome a seconda del browser usato) è una modalità offerta dai browser in cui possiamo aprire le pagine Web senza lasciare tracce nella cronologia e senza sfruttare i cookie e i dati già presenti sul nostro profilo normale (di fatto è come se aprissimo il browser per la prima volta).
Navigazione anonima

Con la modalità in incognito possiamo aprire qualsiasi pagina Web navigare senza lasciare tracce sul computer e, al contempo, di visitare certi siti senza caricare personalizzazioni, login e password eventualmente memorizzati. La navigazione privata però non è segreta: questa modalità non copre o camuffa l'indirizzo IP del computer usato su Internet e non nasconde ai siti visitati o al provider i connettività Internet informazioni come la provenienza, il sistema operativo usato, il browser e altre cose.
Per navigare davvero anonimi e in segreto, dovremo affiancare alla modalità in incognito del browser altri strumenti come una VPN, un proxy o la rete TOR.

Quando utilizzare la navigazione in incognito

Anche se possiamo utilizzare la modalità in incognito ogni volta che lo desideriamo o che lo riteniamo necessario, la navigazione in incognito è utile e andrebbe usata quando:
  1. Vogliamo accedere a più account sullo stesso sito: se si hanno due account Facebook, invece di uscire e rientrare con il secondo account possiamo aprire la navigazione privata, che viene eseguita in un'istanza indipendente dal browser (e senza nessun cookie attivo); dato che i cookie non vengono memorizzati, vengono azzerati tutti gli accessi memorizzati sul browser alla chiusura della finestra in incognito.
  2. Controllare un sito come nuovo utente: grazie ai cookie, i siti Web possono identificare i visitatori per sapere da dove vengono, che computer usano e, a volte, anche per sapere i loro interessi, basandosi sui cookie traccianti e sulla cronologia; aprire lo stesso sito in incognito vi permetterà di caricarlo come fosse la prima volta e come se fossimo dei nuovi utenti, cosa utile per confrontare i prezzi su un sito di e-commerce, per cercare su Internet in modo più indipendente, per evitare i limiti di accesso a certi siti o per abbassare il prezzo dei biglietti per treni e aerei (che spesso si basano proprio sui cookie traccianti).
  3. Navigare su computer (o smartphone) condivisi o pubblici: se dobbiamo controllare Facebook, la posta o i nostri profili privati su un computer di un amico oppure prestiamo il nostro computer o smartphone ad un nostro amico per vedere le sue cose, vale la pena usare la navigazione in incognito. In questa modalità tutte le password inserite non vengono memorizzate e possiamo stare tranquilli che non lasceremo (o non lasceranno) tracce delle attività svolte.
  4. Fare regali online a sorpresa: se acquistiamo un regalo online conviene usare la navigazione privata, così da non memorizzare le pagine visitate; ovviamente ricordiamoci di effettuare il logout dal sito di e-commerce anche dal nostro profilo "normale", per evitare di rovinare tutto con una notifica o con un'apertura di pagina non voluta.
Questi sono gli scenari dove è consigliabile utilizzare la modalità in incognito rispetto alla modalità normale, ma ovviamente tutto dipende anche dalle nostre abitudini e dalle nostre esigenze.

Come attivare la navigazione in incognito

Per aprire una scheda in incognito sui principali browser non dovremo far altro che portarci nel menu delle opzioni (presente su ogni browser) e premere sulla voce che attiva la modalità (su Firefox è Nuova finestra anonima).
Modalità incognito

Oltre alle voci di menu possiamo attivare la modalità anonima anche attraverso delle scorciatoie da tastiera, così da avere subito la finestra anonima disponibile; qui in basso abbiamo raccolto le scorciatoie valide per tutti i principali browser:
  1. Mozilla Firefox: premiamo insieme CTRL+MAIUSC+P per lanciare una nuova finestra di navigazione anonima.
  2. Google Chrome: premiamo insieme CTRL+MAIUSC+N per aprire una nuova finestra di navigazione in incognito.
  3. Opera: stessa combinazione di tasti di Chrome (CTRL+MAIUSC+N), per aprire la finestra riservata.
  4. Microsoft Edge: premiamo insieme CTRL+MAIUSC+P per lanciare la finestra InPrivate.
  5. Safari su Mac: premere insieme i tasti Command+Shift+N per avviare una scheda in modalità privata
Se invece utilizziamo uno smartphone o un tablet, potremo navigare in incognito aprendo una nuova scheda del browser con queste caratteristiche (di solito aprendo il menu delle impostazioni e pigiando sulla relativa voce), come visto nella nostra guida Come navigare in privato su internet.

Conclusioni

La navigazione in incognito (o anonima) è molto utile in tutti gli scenari in cui non vogliamo lasciare tracce sul dispositivo in uso o negli scenari in cui vogliamo provare l'accesso ad un sito con un nuovo account, diverso da quello già utilizzato nella modalità normale. Per molti degli scopi qui descritti può essere sufficiente anche aprire un diverso browser rispetto quello principale o anche un secondo profilo, creando un nuovo utente su Chrome, Firefox o Internet Explorer.

In alternativa possiamo scegliere di cancellare i dati di navigazione del browser ogni volta che viene chiuso (su Firefox c'è anche il pulsante "Dimentica" per cancellare la cronologia più recente).
Se invece teniamo particolarmente alla nostra privacy e non vogliamo essere identificati o rintracciati, vi consigliamo di leggere la nostra guida su come Navigare anonimi su internet con proxy, vpn e indirizzo IP falso.

Posta un commento

Comments (0)

Nuova Vecchia