Soluzioni errore "No Boot Device" (nessun dispositivo di avvio trovato)

No Boot Device Se viene visualizzato il messaggio di errore No boot device available oppure No boot device found significa letteralmente "Nessun dispositivo di avvio disponibile" ed è un problema abbastanza grave, che impedisce a Windows si avviarsi e caricare il desktop. Questo errore viene visualizzato, con questa scritta in inglese, su una schermata nera, senza alcuna indicazione, pulsante o istruzione su come risolvere il problema e ripristinare il PC.
L'errore del No boot device sta ad indicare l'impossibilità per il computer di trovare e riconoscere la presenza del disco in cui è installato Windows. Pertanto il PC si blocca subito ed anche un riavvio non porta ad alcun risultato. Questo errore può dipendere dalla rottura fisica del disco, ma nella maggior parte dei casi (almeno per i PC desktop) si può risolvere senza dover portare il computer all'assistenza, come vedremo in questo post.

No Boot device

Il messaggio di errore "Nessun dispositivo di avvio disponibile" può comparire, a seconda del computer in uso e della causa del problema, con diverse diciture, quasi sempre in lingua inglese.

  • No boot device found
  • No boot device connected / selected / detected / available
  • No boot device found press any key to reboot the machine (ma premendo un tasto sulla tastiera non si risolve niente)
  • No boot device has been detected (Questo tipo di messaggio può apparire se l'hardware è difettoso oppure anche se il disco non è collegato correttamente).

Soluzione 1: Controllo cavi e porte USB

Se i cavi interni non sono collegati correttamente o sono lenti, il computer può non avviarsi e non trovare alcun dispositivo di avvio. Per risolvere questo problema, è necessario spegnere il PC, scollegarlo dalla presa di corrente, aprire il case del computer e controllare che i cavi SATA che vanno dal disco alla scheda madre siano ben fissati.

Soluzione 2: staccare ogni collegamento USB

A volte il computer può rifiutare di avviarsi se uno dei dispositivi ad esso collegati è difettoso. Provare quindi a staccare tutte le prese USB, compresi anche Mouse e tastiera (aggiungerei anche il cavo di rete) per vedere se riparte.
A volte può darsi che l'ordine di avvio del computer sia configurato per cercare il sistema prima su un driver esterno USB, quindi basterà staccare l'hard disk esterno o la chiavetta collegata per riavviare correttamente Windows.

Soluzione 3: Impostare il disco come disco di avvio primario

Come detto sopra, può darsi che l'ordine di avvio sia sbagliato e che il computer, invece di cercare Windows sul disco in cui è installato, provi a caricare i file presenti su una penna USB o su un altro disco interno.
Si può facilmente risolvere questo problema andando sul BIOS del computer (vedi qui come accedere al BIOS), andando nella sezione Boot e impostando come boot primario il disco dove è installato Windows 10.

Soluzione 4: Usare la riparazione automatica

Mentre col PC non si può fare nulla, è possibile sempre avviarlo usando una chiavetta USB con dentro i file d'installazione di Windows 10. Come per altri tipi di errore quando il PC non si avvia, bisogna scaricare la ISO di Windows 10 e copiarla su una chiavetta USB (usando il Media Creation Tool di Microsoft è facile fare entrambe le cose in una volta sola).
Si dovrà quindi avviare il PC dalla chiavetta USB e cambiare ordine di boot dal BIOS del computer. In questo modo, il PC non cercherà di avviarsi dal disco che non trova, ma dalla chiavetta USB inserita.
Quando inizia a caricare la procedura di installazione di Windows 10, dopo aver accettato le condizioni, cliccare sull'opzione Ripara il computer. Sotto la sezione Risoluzione dei problemi, si può andare alle Opzioni Avanzate e provare ad usare lo strumento di Riparazione automatica.
Nella mia esperienza questa riparazione automatica non ha mai risolto nulla, ma vale sicuramente la pena provarla subito perchè è una soluzione semplice.

Soluzione 5: Cambiare impostazione del BIOS

Il messaggio No Boot device può verificarsi dopo un aggiornamento del BIOS o dopo aver modificato alcune impostazioni hardware legate alla configurazione del disco (per esempio, dopo aver provato ad attivare AHCI per l'avvio rapido del PC oppure dopo aver provato a passare da BIOS a UEFI e convertire il disco in GPT). Per risolvere il problema, può bastare trovare, nel BIOS, l'opzione che attiva UEFI (se presente).
Inoltre è anche consigliano disattivare la funzione di avvio protetto e provare a cambiare la modalità di avvio da UEFI a Legacy (queste opzioni possono avere nomi diverse a seconda della versione del BIOS usata, quindi in caso di dubbi, cercare la guida specifica).
Altrimenti si può provare a fare un reset del BIOS.

Soluzione 6: Ripristinare il settore di avvio

Il settore di avvio del PC, chiamato Master Boot Record, è quella parte del disco in cui sono memorizzate le istruzioni per avviare il computer. Se l'errore fosse stato del tipo "Non system found" allora questa era la prima soluzione da provare, mentre in questo caso, se è "No boot device found", significa che non viene rilevato proprio il disco, quindi che non viene nemmeno caricato il settore di avvio. Vale comunque la pena provare.
Avviando il PC dalla penna USB con i file di installazione di Windows come visto nella Soluzione 4, Andando alle Opzioni Avanzate di Risoluzione dei problemi è possibile aprire un prompt dei comandi.
Nel Prompt dei comandi è già possibile verificare se il disco di Windows viene riconosciuto e lanciare i seguenti comandi per ripristinare l'MBR:

  • bootrec.exe / FixMbr
  • bootrec.exe / FixBoot
  • bootrec.exe / RebuildBcd

Se questi comandi non funzionano, provare in questo modo:

  • bcdedit / export C: BCD_Backup
  • c:
  • avvio cd
  • attrib bcd -s -h -r
  • ren c: bootbcd bcd.old
  • bootrec / RebuildBcd
Tenere presente che il disco principale del computer potrebbe non essere indicato con la lettera C:, ma con un'altra, (in molti casi è X:).

LEGGI ANCHE: Come riparare MBR su Windows per ripristinare l'avvio del computer

Soluzione 7: Usare lo scan SFC

Se il disco non è rotto e non ci sono problemi con le impostazioni del BIOS e nemmeno con l'MBR, può darsi che il computer rilevi un problema nell'installazione corrente di Windows 10 che richiede di essere riparata. La scelta, allora, è quella di reinstallare il sistema oppure di usare lo strumento SFC Scan che ripristina i file.
Andare quindi al prompt dei comandi come visto nella Soluzione 6 (quindi dalla chiavetta USB coi file d'installazione di Windows) e procedere con i seguenti comandi:
sfc /scannow /offbootdir=c: /offwindir=c:windows
chkdsk c: /r
Se non è ancora risolto, provare col comando DISM (vedi anche come usare DISM su PC)
DISM /Online /Cleanup-Image /RestoreHealth
Se ancora non va, allora provare:
Dism /Image:C:offline /Cleanup-Image /RestoreHealth /Source:c:testmountwindows
Dism /Online /Cleanup-Image /RestoreHealth /Source:c:testmountwindows /LimitAccess

Altre soluzioni

Abbiamo visto altre guide per affrontare problemi di questo tipo, quando il PC non si avvia o Windows non carica correttamente e vale la pena leggerle per avere una panoramica più ampia e soluzioni alternative (anche nel caso non ci sia nulla da fare).
Come accendere il PC se Windows non si avvia
Cosa fare se l'hard disk del computer è rotto o danneggiato
Cosa fare se lo schermo resta nero e non si vede niente
Risolvere l'errore "Impossibile trovare un sistema operativo" su Windows 10

Posta un commento

Comments (0)

Nuova Vecchia