Come aprire le porte del Router

porte router Anche se i router moderni gestiscono automaticamente la maggior parte delle funzioni di rete, può essere richiesto, per far funzionare alcune applicazioni su internet, di aprire la porta
per un determinato programma o per un dispositivo di rete
. Anche se il concetto può essere non facile da comprendere in pieno, aprire porte sul router (che in inglese si chiama port forwarding) è un'operazione davvero semplice da fare se si sa dove guardare.
In questa guida vi mostreremo nel dettaglio cosa significa aprire le porte in un moderno modem/router e vi mostreremo anche come effettuare questa operazione sulla maggior parte dei modem odierni, inclusi quelli forniti in comodato d'uso dall'operatore (di solito i più semplici da configurare).

Guida per aprire le porte di un modem o di un router

Prima di mostrarvi come aprire le porte di un router, vi mostreremo cosa significa in termini informatici "aprire le porte" su questi dispositivi di rete e perché dobbiamo effettuarlo per alcuni programmi o per alcuni dispositivi.

Cosa significa aprire le porte (Port Forwarding)

Per quanto riguarda il significato di porta, esso è un numero paragonabile ad un indirizzo. Un po' come i numeri civici dei palazzi di una via (la via nel nostro caso è il router o il modem che stiamo utilizzando), il numero della porta indica chiaramente a quale palazzo o a quale casa deve bussare il "postino virtuale" (in questo caso i pacchetti in arrivo o in uscita dal nostro router). Queste porte sono normalmente chiuse dai router per impedire a virus o persone capaci di utilizzarle per penetrare attraverso la rete internet nei nostri dispositivi.
Alcuni programmi (come BitTorrent ma anche un webserver o un gioco online) necessitano di aprire una determinata porta e "lasciarla aperta", così che i pacchetti che giungono al router vengano inoltrati correttamente.
Schema porte

Alcune porte sono state riservate ad applicazioni specifiche comuni in tutta l'industria informatica.
Per esempio, quando si carica una pagina web il browser utilizza la porta 80, per servire richieste HTTP.
Se una richiesta HTTP venisse inviata dal browser web su una porta diversa, il server non la riconoscerebbe e non sarebbe in grado di rispondere caricando il sito.
La maggior parte delle porte, comunque, non è assegnata e può essere impostata, scrivendo un numero qualsiasi come 1200 o 32400, nelle opzioni di collegamento di ogni programma.

Per saperne di più rimando alla guida su come funziona un router, in modo da avere più dimestichezza con la terminologia e di come funziona la rete internet di casa.

Perché è necessario aprire porte del router?

Mentre alcune applicazioni sfruttano il NAT per impostare le proprie porte e gestire tutte le configurazioni automaticamente, ci sono invece molti programmi che non lo fanno e richiedono un intervento dell'utente sulla configurazione del router o del modem.
In pratica si vuole dire al router: "quando accedo con questo programma, devi inviare la richiesta di accesso a questo dispositivo su questa porta".
Un esempio tecnico è quello di poter accedere alla telecamera IP di sicurezza che è collegata al router di casa, tramite il nostro computer portatile usato da fuori casa. Per farlo non è sufficiente collegarsi all'indirizzo IP della nostra connessione (sempre che questo sia statico e raggiungibile dall'esterno), è necessario anche indicare la porta.
utorrent

L'inoltro delle porte è anche importante per quei programmi come BitTorrent o Emule, dove si scambiano file con altre persone in P2P, per i giochi online come Minecraft quando si vuole ospitare una partita multiplayer sul proprio PC, per i programmi di desktop remoto come VNC e tutte le applicazioni dove è necessario aprire un ingresso al proprio computer.

Requisiti per aprire correttamente le porte

Prima di configurare il router per aprire le porte è necessario recuperare alcune importanti informazioni, senza le quali non potremo svolgere il compito.

Come primo passaggio è necessario impostare un indirizzo IP statico su ogni dispositivo utilizzato e non lasciare al router di assegnare IP in modo dinamico a seconda del dispositivo acceso; a tal proposito possiamo leggere le nostre guide su come Impostare un IP fisso e statico su PC Windows e Guida al DHCP: Assegnare IP manualmente o lasciare l'IP automatico?

Dopo aver assegnato gli IP statici ai dispositivi su cui inoltrare le porte all'interno della rete, dobbiamo recuperare l'indirizzo IP esterno, fornito dall'operatore alla nostra linea; in tal caso è sufficiente aprire la pagina Web Whats-My-IP-Address.
Whats-My-IP-Address

L'indirizzo IP fornito è spesso di tipo dinamico (cambia ad ogni riavvio del router), ma alcuni operatori forniscono un IP statico e non raggiungibile dall'esterno (come per esempio Fastweb): in tal caso basterà contattare il servizio clienti e chiedere l'assegnazione di un indirizzo IP statico e pubblico.
Se abbiamo un IP dinamico e pubblico vi consigliamo di configurare un DNS dinamico, molto utile per essere sempre raggiungibili qualsiasi sia l'IP assegnato dal nostro operatore: otterremo così un indirizzo Web personale che "punta" sempre alla nostra rete, qualsiasi IP utilizziamo al momento.

Per concludere effettuiamo un controllo sul firewall locale (se è installato) e concediamo l'autorizzazione per il programma su cui intendiamo aprire le porte, così da non avere problemi in seguito (anche in caso di buona configurazione, il firewall software potrebbe bloccare le richieste in arrivo). A tal proposito vi invitiamo a leggere la nostra guida su come Attivare il Firewall di Windows 10 e 7: guida a configurazione e ripristinarlo.

Come aprire le porte del router

Ora possiamo finalmente aprire le porte sul router, tenendo conto che queste istruzioni, che possono non essere precise per ogni modello di router, sono universali in linea generale.
  • Entriamo nel pannello di configurazione del router, digitando l'indirizzo del router nella barra degli indirizzi di un qualsiasi PC connesso alla rete domestica (via cavo Ethernet o via Wi-Fi). In genere questo indirizzo è 192.169.0.1 oppure 192.168.1.1 ma questo indirizzo possiamo ricavarlo velocemente aprendo un prompt dei comandi dal menu Start di Windows, eseguendo il comando ipconfig e leggendo l'indirizzo presente nel campo Gateway predefinito.
  • Accediamo al router con nome e password: le credenziali più comuni sono sono admin/admin oppure admin e niente password oppure Administrator senza password; se non ricordiamo la password del nostro router, vi consigliamo di leggere il manuale d'istruzioni, di controllare l'etichetta presente sul retro della scatola o dell'apparecchio oppure di leggere la nostra guida sulle Password e login di default per tutti i Router.
  • Configuriamo la porta: l'opzione da individuare può chiamarsi in modo diverso in base al modello di router in nostro possesso; possiamo trovare Port Forwarding, Inoltro/attivazione delle porte, Forwarding / Virtual Server, Port mapping o Abilitazione porte. Questa opzione la troviamo spesso nelle impostazioni Avanzate o Advanced della configurazione WAN o Internet.
Una volta cliccato sull'opzione per configurare nuove porte, otterremo un pannello dove è possibile dare un nome alla nuova regola, indicare quale porta o intervallo di porte aprire e verso quale indirizzo IP assegnare l'inoltro tra i dispositivi della nostra rete domestica.
Menu porte

Si dovrà specificare la porta TCP, la porta UDP o entrambi, a seconda del programma e inserire correttamente l'IP assegnato al dispositivo dove è presente il programma su cui aprire le porte: se per esempio la porta da aprire è 1456 di tipo TCP e l'indirizzo IP del dispositivo è 192.168.1.4, assicuriamoci che la porta 1456 TCP venga aperta verso 192.168.1.4 (i router più moderni vi permetteranno di inoltrare direttamente verso i nomi dei dispositivi).
Il numero delle porte può essere uno qualsiasi tra 1 e 65353. I numeri bassi sono più usati da servizi standard come il browser o il programma di posta elettronica e molti dei numeri più alti sono utilizzati da applicazioni piuttosto comuni. Al termine della modifica non dimentichiamo di salvare le impostazioni, così da renderle effettive.

Per verificare se la porta è aperta apriamo un browser Web su PC, portiamoci sul sito Yougetsignal.com, inseriamo la porta configurata in precedenza e premiamo sul tasto Check per controllare che sia effettivamente aperta.
Controllo porte

Se otteniamo una bandierina verde e la scritta Port XXXXX is open on , la porta è aperta e utilizzabile senza problemi dal programma o dal dispositivo che la richiede. Se invece otteniamo Port XXXXX is closed on , controlliamo attentamente tutti i passaggi e assicuriamoci che non sia presente un firewall aggiuntivo da configurare.

Conclusioni

L'apertura delle porte sul router può sembrare un po' laboriosa ma, una volta appresi tutti i passaggi, diventa una delle operazioni più semplici da effettuare sul nostro modem. Per alcuni tipi di connessione internet l'apertura delle porte non serve, per altri tipi come la connessione di Fastweb è invece vitale.

In un'altra guida vi abbiamo mostrato i passaggi da effettuare per configurare le porte su router Fastweb, così da essere più precisi.
Volendo possiamo utilizzare anche alcuni programmi per configurare il port forwarding sul router.
Se invece desideriamo chiudere le porte da PC Windows, vi rimandiamo alla lettura della nostra guida su Come bloccare porte su PC Windows.

Posta un commento

Comments (0)

Nuova Vecchia