Main menu

Pages

Disinfettare e pulire lo Smartphone: cosa puoi usare e cosa no sul telefono

pulizia smartphone Sopratutto in tempi di CoronaVirus, ma anche nel quotidiano, pulire il telefono e disinfettarlo è molto importante, sopratutto perchè accumula una tale quantità di sporcizia in una maniera che non ci si aspetterebbe. Oggi si utilizza il telefono in ogni tipo di ambiente, lo si poggia su tavoli, sedie ed anche su banconi del bagno o luoghi pubblici non proprio igienizzati. Senza contare poi il sudore che si lascia su uno smartphone dopo una telefonata lunga, i tocchi fatti con le mani sporche e le polveri che si accumulano dentro le tasche o la borsa in cui si tiene il cellulare.
I telefoni si sporcano facilmente, ma è anche facile pulirli ed igienizzarli per evitare il contatto con microorganismi che possono portare sgradevoli influenze (ed anche il CoronaVirus). L'importante è sapere cosa si può usare per disinfettare e pulire lo smartphone e cosa invece può rovinare lo schermo o altre parti elettroniche.

Cosa non usare per pulire il telefono

Prima di tutto, è importante sapere cosa non utilizzare assolutamente per disinfettare e pulire lo smartphone: candeggina, aceto, alcool (anche se ho letto di medici che lo consigliano, l'alcool rovina il telefono), detergente per vetri, prodotti per la pulizia della casa e la maggior parte dei prodotti chimici disinfettanti aggressivi possono essere utilizzati per pulire i lati e il retro di uno smartphone Android o di un iPhone, ma devono essere tenuti lontani da tutte le parti in vetro del telefono, altrimenti mangeranno il rivestimento oleorepellente e idrofobico (idrorepellente), che viene usato sullo schermo del telefono contro le ditate, ed anche il rivestimento protettivo contro i graffi. Inoltre i prodotti chimici possono danneggiare i componenti interni del telefono.
Un'altra idea da evitare è di utilizzare l'aria compressa per togliere la polvere dalle fessure e le porte del telefono. Anche se può funzionare, c'è il rischio di danneggiare, con i colpi d'aria, il microfono e l'altoparlante.
Per pulire un telefono non si devono usare nemmeno le salviette igienizzanti che in genere contengono alcool ed i tovaglioli di carta che possono graffiare.

Come pulire il telefono a mano

Per pulire uno smartphone, qualunque esso sia, si può utilizzare utilizzare un panno in microfibra oppure il panno che si utilizza per pulire le lenti degli occhiali.
Il panno morbido, non graffia lo schermo e può rimanere asciutto per togliere la polvere oppure lo si può rendere leggermente umido con dell'acqua distillata (ma poco perchè l'acqua non deve penetrare all'interno dello smartphone). Sul panno umido si può anche mettere una goccia di sapone per i piatti o per le mani che sono abbastanza delicati. All'acqua distillata, si può anche mischiare una piccola quantità di alcool isopropilico al 70% che può igienizzare e disinfettare lo smartphone. Per le parti più difficili da raggiungere, si può usare un cotton fioc.
Il modo migliore per pulire uno smartphone è quello di acquistare un kit di pulizia specifico come questo che si trova su Amazon, che ha tutti i pezzi per pulire ogni singola parte di uno smartphone.
Ancora meglio, sul panno in microfibra, si può usare un liquido senza detergenti chimici, che pulisce perfettamente lo schermo, non lascia aloni o sporcizia ed ha anche un profumo gradevole.
Un'altra alternativa sono le salviette per lo schermo, usa e getta.

Il modo più semplice per disinfettare il telefono è quello di utilizzare i raggi UV. Le luci ultraviolette possono, infatti, uccidere i batteri e igienizzare un telefono in pochi minuti. Per usare questo metodo, si può comprare un dispositivo speciale che sembra un lettino abbronzante delle dimensioni di una bambola. Si mette il telefono nel dispositivo ed esso sarà completamente igienizzato e disinfettato da ogni batterio o microorganismo.

LEGGI ANCHE: Come pulire lo schermo LCD di smartphone, monitor e TV
reactions

Commenti

table of contents title