Classroom: Come organizzare corsi e personalizzare le classi di studenti

classroom personalizzare classi Google ha annunciato ufficialmente Google Classroom nel 2014 ed è rimasto uno strumento di nicchia fino al 2020, dove a causa della pandemia COVID-19 che ha costretto gli studenti a stare a casa, il suo utilizzo è diventato praticamente obbligato per quasi tutte le scuole italiane. Classroom consente a insegnanti e studenti di creare aule digitali quasi perfette, tutte online. L'applicazione funziona bene non solo perchè fornisce un cruscotto organizzato dove pubblicare compit e corsi (per questo ci sono anche tanti altri strumenti), ma perchè si integra strettamente con altri servizi Google fondamentali per la scuola, ossia Google Drive, Google Docs, Google Moduli, Google Jamboard la lavagna interattiva, Calendario e Google Meet per fare le videolezioni in streaming.
Con Google Classroom, professori, maestre, maestre ed insegnanti possono creare un corso digitale, invitare studenti a seguire i corsi, distribuire compiti, dare lezioni da studiare, porre domande, creare quiz, valutare i compiti, comunicare con gli studenti, condividere file e documenti e molto altro.
Mentre abbiamo già visto una guida per insegnanti e studenti a Google Classroom, in questo articolo, sintetico e schematico, vediamo come organizzare e personalizzare le classi e i corsi, scoprendo tutti gli strumenti più utili di Classroom per gli insegnanti.

1) Cambiare tema gratico
Durante la creazione di una nuova classe, è possibile aggiungere informazioni come il nome, la descrizione e poi anche inserire un'immagine di copertina. Per scegliere questa immagine si può cliccare sulla scritta Seleziona Tema per utilizzare uno dei temi predefiniti oppure caricare una foto o immagine dal PC. Il primo consiglio è quello di utilizzare una delle immagini predefinite, che sono divise ordinatamente in categorie come matematica e scienze, arte, sport, storia e altro.

2) Codice Corso
Sopra la copertina si può leggere una scritta Codice Corso con alcuni caratteri casuali. Premendo sul quadrato accanto al codice, si ingrandisce la scritta per vedere bene il codice del corso. Questo codice va comunicato agli studenti che potranno, quindi, aprire il sito Classroom e poi premere il tasto + in alto a destra per inserire il codice del corso creato dall'insegnante e partecipare alle lezioni online.

3) Cambiare il colore delle cartelle in Google Drive
Per un insegnante che condivide e carica molti documenti in Google Drive, colorare le cartelle è un'operazione importante per distinguerle a colpo d'occhio quando iniziano ad essere tante. Per impostazione predefinita, tutte le classi create vengono salvate nella cartella Google Drive del proprio account utilizzato in Google Classroom (fare sempre attenzione all'account Goolge, che deve essere sempre quello della scuola e non quello personale). In Google Drive, si può modificare il colore della cartella della classe per una facile individuazione e personalizzazione.
In Google Drive, premere su Il mio Drive > Classroom > Cartella di una classe. Rinominare la cartella e poi premerci sopra col tasto destro per cambiargli il colore e riconoscerla più facilmente.

4) Pianificare le assegnazioni
Google Classroom offre la possibilità di pianificare in anticipo i compiti. È possibile creare lavori del corso, aggiungere dettagli, commenti, voti e pubblicarli o pianificarli ad una data prestabilita. Si potrà quindi vedere il compito programmato con nome e ora in una sezione in grigio nel menu Lavori del corso.
Per programmare un compito o un materiale, bisogna premere, invece del tasto Assegna in alto a destra, la freccetta verso il basso che si trova accanto e poi cliccare su Programma.

5) Usare Google Calendario
In Google Classroom si può creare un calendario separato per ogni classe. Per farlo, basta andare nella sezione dei lavori del corso e poi premere su Google Calendar. I calendari saranno già separati per tutte le classi create. Se non si vuole che interferisca con il calendario personale, sul sito di Google Calendario, deselezionare la casella accanto al nome in basso a sinistra. Per personalizzarli ulteriormente, si può anche cambiare il colore del calendario.

6) Caricare materiale di riferimento
Per fornire materiali e risorse alle classi, gli insegnanti possono andare sui Lavori del corso e premere sul tasto Crea. Una volta scelto Materiale, si può aggiungere titolo, descrizione e poi caricare i file dal PC, da Google Documenti, dai Moduli, da YouTube o da siti Web.

7) Gestione studenti
La lista degli studenti si può vedere nella sezione Persone oppure anche per ogni compito assegnato nella lista dei lavori del corso.
Dalla sezione Persone, è possibile ordinare i nomi per cognome o per nome. Con il tasto Azioni si può inviare un'email privata ad uno o più studenti selezionati. Premendo sul nome di uno studente è possibile vedere i compiti assegnati, svolti, con voto e mancanti. Si può inoltre premere su ogni compito assegnato per aprire una scheda dei Dettagli tramite la quale è possibile inviare commenti, giudizi ed ulteriori istruzioni usando una specie di chat privata che può vedere solo quello studente.

8) Invitare altri insegnanti
Durante le lezioni, si potrebbero voler invitare altri insegnati in classe a gestire la lezione. Per farlo, aprire la sezione Persone e premere il pulsante Condividi per invitare altri insegnanti o assistenti.

9) Creare dibattiti e assegnare domande
La funzione delle domande non serve soltanto per fare test rapidi, ma anche per avviare un dibattito tra gli studenti. All'interno dei lavori del corso si può premere il tasto Crea > Domanda per fare una domanda a cui tutti gli studenti della classe dovranno rispondere. Si può quindi scegliere tra risposta breve o scelta multipla, aggiungere istruzioni, aggiungere un file e, soprattutto, abilitare l'opzione sulla destra che permette gli Studenti di rispondere agli altri studenti, creando di fatto un dibattito o una discussione di gruppo.

10) Creare e assegnare un quiz
Dopo aver creato un corso, premere scheda "Lavori del corso", premere su "Crea" e poi su "Compito con quiz" (si può anche scegliere un compito senza quiz oppure di pubblicare una serie di domande).
Il modulo di assegnazione del quiz è identico all'opzione Compito normale, con l'aggiunta di un modulo Google vuoto che fungerà per scrivere le risposte di un quiz a risposta multipla. Dopo aver dato un titolo al quiz e le istruzioni, premere su "Aggiungi" se si vuol allegare un file da Google Drive, un link di un sito Web, un file dal computer o un video da YouTube. Si può anche premere sul tasto "Crea" per creare e allegare automaticamente un file da Google Documenti , Presentazioni , Fogli, Disegni o Moduli .
Per eventuali allegati aggiuntivi, fai clic sul menu a discesa all'interno di ciascun compito per scegliere se gli studenti possono visualizzare o modificare quel file. Si possono anche fare copie di un file per ogni studente in modo che ciascuno possa modificare la sua copia.
È possibile utilizzare i menu a destra per selezionare gli assegnatari, impostare il valore in punti del quiz e la relativa data di scadenza. Si può anche associare il quiz a un argomento esistente o crearne uno nuovo. Con la funzione della Griglia, si possono specificare i criteri per valutare il lavoro svolto (la griglia viene allegata al compito e condivisa con gli studenti)
Dopo aver aggiunto tutte le domande nel modulo, chiudere la scheda e tornare a Classroom per premere il tasto "Assegna" in alto a destra. Quando il quiz è pronto, viene visualizzato nell'elenco dei lavori de corso, dove si può vedere anche quanti studenti l'hanno completato. L'opzione Quiz in Google Classroom è un modo semplice per coinvolgere studenti e insegnanti, nonché assegnare e completare i corsi. Si possono anche utilizzare questi moduli per creare sondaggi e fare domande.

LEGGI ANCHE: Didattica a distanza: programmi per lezioni di scuola online

Posta un commento

Comments (0)

Nuova Vecchia