Main menu

Pages

Come trasformare GNU/Linux in Windows 10

Ubuntu Windows 10 Puntando su una distribuzione GNU/Linux otterremo un sistema veloce, sicuro e personalizzabile in ogni suo ambito, così da adattare il sistema a tutte le esigenze, dagli utenti super-smanettoni fino agli utenti neofiti appena arrivati da Windows. Proprio questi ultimi potrebbero avere qualche difficoltà nell'utilizzare l'interfaccia grafica, visto che sono presenti delle differenze rispetto all'usabilità offerta da un sistema come Windows 10; per rendere il passaggio al nuovo sistema Linux meno traumatico, in questa guida vi mostreremo come trasformare GNU/Linux in Windows 10 dal punto di vista puramente grafico, apportando tutte le migliorie necessarie per "sentirsi a casa" e iniziare ad esplorare il mondo Linux senza sentirsi in difficoltà ad ogni clic del mouse.
Per la guida vi mostreremo come personalizzare l'ultima versione di Ubuntu disponibile, che al momento della scrittura dell'articolo è alla versione 19.10 (ma dovrebbe andare bene anche per le versioni successive)

Come trasformare GNU/Linux in Windows 10

Qui in basso troveremo tutti i passaggi per trasformare Ubuntu in una fedele riproduzione di Windows 10. Ovviamente le modifiche sono solo a livello grafico: le app, le impostazioni di sistema e la gestione dello stesso rimangono immutate. Per installare Ubuntu e imparare ad utilizzare un sistema GNU/Linux, vi invitiamo a leggere prima le nostre guide Come installare Linux Ubuntu su PC da zero e 10 errori da evitare se si usa Linux.

Modificare l'interfaccia del sistema

Per modificare l'interfaccia di sistema, spostando la barra laterale e trasformarla nella barra delle applicazioni di Windows, e per modificare il tema delle finestre dovremo aprire il terminale di Ubuntu (disponibile anche aprendo l'icona Mostra applicazioni e cercando il nome dell'app) e digitare il seguente comando:

sudo apt install gnome-shell-extensions gnome-tweaks

Dopo aver scritto il comando premiamo sul tasto Invio della tastiera, inseriamo la password di sistema, premiamo su S e premiamo nuovamente su Invio.
Successivamente lanciamo il seguente comando:

sudo apt install gnome-shell-extension-dash-to-panel chrome-gnome-shell

Così da attivare l'estensione di GNOME Shell che ci permetterà di spostare la barra laterale in basso; ora chiudiamo il terminale e riavviamo il computer.
Ora dobbiamo personalizzare il menu Start: apriamo la pagina dell'estensione Arc Menu con Firefox, installiamo l'estensione aggiuntiva per il browser consigliata dalla pagina, ricarichiamo la pagina con F5 e attiviamo il pulsante OFF che comparirà in alto a destra, così da portarlo su ON.
Arc Menu

Riavviamo il sistema o sconnettiamoci dall'utente per rendere effettive le modifiche.
Al successivo riavvio premiamo su Mostra applicazioni, cerchiamo l'app Personalizzazioni e portiamoci nella sezione Estensioni, così da poter attivare il pulsante accanto all'estensione Dash to panel.
Dash to panel

Ora la barra inferiore sarà simile a quella visibile su Windows; per perfezionare attiviamo anche l'estensione Arc menu e User themes; per rimuovere il vecchio menu delle app, premiamo sull'icona a forma di ingranaggio accanto a Dash to panel, portiamoci nel tab Comportamento e rimuoviamo il segno di spunta su Mostra icona applicazioni.

Il sistema sta iniziando a prendere forma! Ora dovremo modificare il tema e il pack icone per rendere le finestre più realistiche e simili al sistema operativo di Microsoft.

Modificare il tema e le icone di sistema

Per modificare il tema delle finestre e della barra inferiore dovremo scaricare il pack del tema da qui -> Windows 10 Light theme.
Sul sito precedente premiamo su Download, estraiamo la cartella dall'archivio compresso e copiamola nel percorso:

/usr/share/themes

Così da aggiungerla ai temi presenti su Ubuntu. Per il pack di icone adatto possiamo utilizzare quello disponibile qui -> Windows 10 Icon Pack.
Anche in questo caso estraiamo la cartella dell'archivio compresso e copiamola nel percorso:

/usr/share/icons

Queste cartelle sono accessibili solo con i permessi di super-utente; se abbiamo difficoltà a copiare le cartelle dei temi e delle icone, apriamo un terminale e digitiamo:

sudo nautilus

Così da aprire un gestore file con tutti i permessi per operare nelle cartelle indicate. Usciamo e rientriamo dal nostro account utente per rendere effettive le modifiche applicate finora; al successivo avvio apriamo nuovamente l'app Personalizzazioni, apriamo portiamoci nel menu Aspetto e impostiamo tutte le voci come visibile nell'immagine in basso.
Aspetto

Assicuriamoci di impostare Applicazioni, Icone e Shell su Windows-10-master e di scegliere DMZ-White alla voce Cursore.
Per personalizzare il pulsante Start premiamo sull'icona a forma d'ingranaggio su Estensioni -> Arc Menu, portiamoci nel tab Aspetto, premiamo su Menu Button Appearance, pigiamo su Menu Button Icon, impostiamo Icona personalizzata e scegliamo l'icona presente nel percorso /usr/share/icons/Windows-10-master/scalable/places/start-here-symbolic.svg.
Riavviamo il sistema per apprezzare le profonde modifiche applicate al sistema, sempre più simile a Windows 10.

Modificare lo sfondo

Per concludere l'opera scarichiamo lo sfondo ufficiale di Windows 10 da qui -> Sfondo Windows 10. Dopo il download portiamoci nuovamente in Personalizzazioni -> Aspetto, quindi inseriamo lo sfondo come visibile nell'immagine qui in basso.
Sfondo Windows

Impostiamo lo sfondo appena scaricato nei campi Sfondo e Blocca schermo, così da creare un sistema davvero molto simile a Windows 10.

Conclusioni

Qui in basso vi mostriamo il risultato finale dell'opera di trasformazione di Ubuntu in Windows 10: un occhio poco attento potrebbe non notare la differenza!
Ubuntu Windows

Questo mostra anche la versatilità di un sistema libero e gratuito come Linux, dove basta davvero poco per realizzare un sistema con l'interfaccia che desideriamo.
Sempre a tema di trasformazioni possiamo leggere le nostre guide su Come far diventare un PC Linux uguale al Mac e come Trasformare Windows in un Mac: grafica desktop, funzioni, comandi e widget.
reactions

Commenti

table of contents title