Migliori alternative a Zoom, gratuite

alternative zoom Con la crisi epocale del Coronavirus, il lavoro a distanza e la videoconferenza è diventata la normalità di ogni attività online, non solo per stare in contatto con amici e parenti, ma anche per seguire lezioni di scuola, di danza, di Yoga, di fitness e poi per lavorare in team con i colleghi di lavoro e continuare le mansioni da ufficio.
Tra tutte le piattaforme di videoconferenze, quella più usata è sicuramente Zoom, che ha stracciato la concorrenza per le sue funzionalità che lo portano ad essere flessibile, personalizzabile ad alti livelli, integrabile con altre applicazioni e poi perchè riesce a gestire le conversazioni anche 100 partecipanti insieme a una video riunione (anche con account gratuito). Tanta popolarità, però, ha anche portato alla luce numerosi problemi di Zoom legati alle prestazioni video, che in molti casi possono essere scadenti e poi, sopratutto, legati alla privacy. Prima si è scoperto che Zoom che inviava segretamente dati a Facebook, poi che chiunque poteva facilmente infiltrarsi nelle videoconferenze private tra gruppi di persone (un'azione di disturbo che ha preso il nome di ZoomBombing).
Per chi vuole provare alternative a Zoom (che per gli account gratuiti è anche limitato a solo 40 minuti di riunione), vediamo qui le caratteristiche principali di altre piattaforme simili e gratuite per fare videochiamate di gruppo. Come di consueto su questo blog, tratteremo solo alternative a Zoom che possano essere utilizzate gratis.

LEGGI ANCHE: Funzioni migliori di Zoom e trucchi per video riunioni perfette

1) Microsoft Teams
Microsoft Teams è la piattaforma di videoconferenza integrata dell'abbonamento Office 365. Con l'emergenza del Coronavirus, Microsoft Teams ha offerto l'accesso gratuito a tutti per tutto il periodo di tempo necessario per uscire dalla crisi, quindi chiunque può iscriversi alla versione gratuita di Teams utilizzando un normale account Microsoft. La versione gratuita consente di fare video riunioni con un massimo di 300 membri, permette di accedere come ospite alle riunioni, di fare chiamate audio e video, di condividere lo schermo e di creare un hosting di file condivisi con uno spazio da 10 GB per ogni Team.
Per ulteriori approfondimenti, abbiamo scritto una guida dedicata su come usare Microsoft Teams per organizzare il lavoro a distanza

2) Skype
Sempre di Microsoft, Skype è la soluzione ideale gratuita per videochiamate con piccoli gruppi e piccole aziende, che supporta massimo 50 persone contemporaneamente per un periodo di tempo illimitato. La piattaforma offre anche strumenti integrati per la registrazione delle chiamate che qualsiasi membro può utilizzare e consente a tutti di salvare e condividere la registrazione rendendola disponibile per massimo un mese. Tutti gli utenti devono scaricare l'app di Skype, anche se è possibile unirsi a una videochat di Skype anche senza app e senza account.

3) Cisco Webex
Cisco Webex è un'altra piattaforma di videoconferenza molto usata nel mondo, nota sopratutto come piattaforma per webinar. Mentre WebEx è sempre stata un'applicazione aziendale a pagamento con una versione gratuita limitata. Nell'ultimo mese, però, Cisco ha migliorato notevolmente l'offerta gratuita, con possibilità di fare videoconferenze da 100 partecipanti a durata illimitata. Cisco WebEx offre prestazioni eccellenti, sicurezza totale, strumenti di condivisione dello schermo per PC e smartphone, integrazioni con altre piattaforme, vista a griglia della videoconferenza come su Zoom e tanti altri strumenti professionali, tutte incluse anche nell'account gratuito (vedi la lista delle funzionalità Cisco Webex). Personalmente ritengo sia la miglior alternativa a Zoom, ottima anche per uso personale o casalingo.

4) Jitsi Meet
Jitsi è un po' la sorpresa del momento, un nome sconosciuto fino a qualche tempo fa, diventato molto popolare in tutto il mondo per la sua caratteristica unica e fondamentale: è open source e gratuita per tutti senza limitazioni. Si può usare Jitsi per ospitare riunioni a cui si può partecipare anche senza registrazione. Oltre alla videoconferenza è possibile usare la chat pubblica e privata, la condivisione dello schermo, la registrazione di una videoconferenza (su Dropbox) ed anche la sfocatura dello sfondo come Skype, Microsoft Team e Zoom.
La cosa più unica di Jitsi Meet è la possibilità di poter vedere un video Youtube insieme ad altre persone condivisione di un video di YouTube.
Jitsi Meet funziona con lo stesso principio Zoom, con possibilità di condividere il nome della riunione generato automaticamente a cui i partecipanti pososno partecipare liberamente (non c'è nessun moderatore però, quindi chiunque può espelle altri partecipanti). DI converso, non c'è alcuna crittografia end-to-end e nemmeno la condivisione dei file.

In un altro articolo abbiamo visto come usare Jitsi Meet senza limiti

5) Jio Meet
Jio è una nuova alternativa indiana a Zoom, molto potente nella sua versione gratuita, con possibilità di fare riunioni video con massimo 100 partecipanti e per una durata di 24 consecutive. Jio si può usare via browser e scaricare come app per Windows, Android e iPhone.

6) Facebook Workplace
Anche Facebook ha una sua piattaforma per le videoconferenze, che non è il Messenger, ma la meno conosciuta Workspace, che permette di fare videoconferenze gratuite con massimo 50 persone. Workplace offre anche archiviazione file per un totale di 5 GB a persona, Traduzione automatica (in pratica chi scrive in altre lingue viene tradotto automaticamente), streaming di video in diretta, altre integrazioni e, ovviamente, app per smartphone e PC.

7) ezTalks
ezTalks è un'app di videoconferenza open source che funziona come Zoom ed è gratuita da usare. La curiosità interessante è che exTalks è la piattaforma che è stata presa a riferimento dagli sviluppatori di Zoom, quindi è praticamente identica. I piani di abbonamento, i limiti delle videochiamate e l'interfaccia (con vista a galleria dei partecipanti) sono tutti come Zoom. zTalks consente di tenere una videochiamata di gruppo di 100 persone con un limite di 45 minuti per sessione. È possibile partecipare a una riunione senza registrarsi e si può usare 1 GB di spazio di archiviazione cloud per ogni utente, utile a registrare le video riunioni anche dall'app per smartphone. C'è anche la possibilità di tenere un webinar per far assistere tante persone, con una durata massima di 100 minuti nella versione gratuita. Per ospitare e partecipare a una riunione è necessario scaricare l'app.

8) Riot
Riot è una piattaforma open source per gestire le comunicazioni aziendali, un po' simile a Slack e Microsoft Teams. Tra le tante funzioni permette anche di ospitare videoconferenze, anche se ovviamente tutti i partecipanti devono essere preventivamente registrati alla piattaforma. Riot utilizza i servizi cloud sui server Matrix, crittografati in modo che nessuno possa accedervi. Per uno spazio di lavoro personalizzato, bisogna pagare l'abbonamento.

9) BigblueButton
BigblueButton è un sistema di conferenza web open source e gratuito progettato per le lezioni online di scuola con massimo 150 partecipanti. Si possono ospitare a conferenze Web solo attraverso un browser (Chrome / Firefox) e, simile a Skype e Zoom, non è necessario registrarsi per partecipare a una riunione. La piattaforma online include anche strumenti per condivisione dello schermo, condivisione di file, lavagna per annotazioni ed spiegazioni, sondaggi di gruppo durante le lezioni e divisioni in piccoli gruppi.

10) Altre piattaforme di videochiamate simili a Zoom a pagamento (ma si può fare la prova gratuita)
Altre piattaforme valide per le videoconferenze economiche, che però non hanno possibilità di essere utilizzate gratis, sono:


LEGGI ANCHE: Come fare videochiamate di gruppo gratis senza limiti

Posta un commento

Comments (0)

Nuova Vecchia