Main menu

Pages

Scansionare col telefono correttamente (foto a documenti o compiti)

scansionare con smartphone Chi ha bisogno di inviare via email o di caricare online i compiti fatti o documenti di lavoro scritti a mano, la soluzione più immediata sarebbe quella di fotografarli con lo smartrphone e poi inviarli come immagini. Questo è, però, un modo inefficiente di inviare documenti scritti a mano, perchè per fare una foto fatta bene ad un foglio bisogna trovare la giusta illuminazione senza ombre. Inoltre, se i documenti da inviare sono più di uno, si dovrebbero inviare più file immagine da numerare, creando difficoltà a chi le riceve.
Una soluzione migliore è sicuramente quella di usare uno scanner e usare un programma su PC per scansionare le pagine, che possa salvare tutti i documenti in un unico PDF. Non tutti però hanno uno scanner a portata di mano a casa.
Una soluzione ottimale per inviare scansioni di pagine e fogli, alla portata di tutti, è quella di fotografare i documenti o i compiti di scuola col telefono, non tramite l'app fotocamera normale, ma usando l'applicazione Google Drive. Purtroppo la funzione di scansione di Google Drive funziona solo su telefoni Android, mentre su iPhone si può usare l'app Note già inclusa (vedi sotto)

Scansionare con un telefono Android e Google Drive

Si può scaricare Google Drive gratis per Android. Dopo aver eseguito l'accesso col proprio account Google, l'applicazione permette non solo di aprire e creare documenti Word, ma anche di salvare nel suo spazio cloud tutti i file che si vuole, con uno spazio di 5 GB per l'account gratuito.
Tra le funzionalità migliori di Google Drive c'è anche quella di scansionare, usando lo smartphone, fogli, libri o documenti cartacei, per creare una versione digitale che potrà poi essere inviata via email o caricata sulla piattaforma di lavoro o di scuola.
Per fare una scansione col cellulare usando Google Drive, basta premere il tasto + grande che compare in basso a destra e poi usare l'opzione Scansiona . Fare la foto e poi premere il tasto con la V per accettarla. A questo punto è possibile aggiungere altre scansioni con il tasto + ed aggiungere pagine al file PDF che si potrà poi salvare in Google Drive e inviare.
Prima di aggiungere altre pagine, però, è possibile sistemare lo scatto in modo che venga ottimizzato nel formato digitale.
Per fare in modo che la foto sembri una vera e propria acquisizione di immagine fatta da uno scanner, è possibile premere il tasto in alto del ritalgio per sistemare i margini. Usando il dito sui cursori blu, si può definire la parte della foto da salvare, escludendo quindi i bordi o per includere l'intero foglio se risultasse tagliato. Una volta fatto, premere la V.
Il secondo tasto in alto a destra apermette di scegliere il tipo di ottimizzazione dei colori. In genere conviene scegliere l'opzione Colore oppure l'opzione bianco e nero per avere un miglior contrasto nell'immagine scattata da Google Drive.
Il terzo pulsante permette di ruotare la pagina se è stata scattata nel verso sbagliato e di rinominare la scansione. Inoltre, da qui, è possibile aprire le impostazioni dove è possibile scegliere il tipo di ottimizzazione predefinita (se colori, se bianco e nero o se disegno), il formato carta e l'orientamento predefinito.
Nelle impostazioni è importante scegliere la qualità dell'immagine. Se è richiesto di scansionare più pagine ed il file PDF generato deve essere caricato su una piattaforma che accetta solo file di una certa dimensione, è importante scegliere la qualità dell'immagine bassa in modo che il PDF abbia una dimensione inferiore. Se invece si deve inviare una sola pagina o non ci si deve preoccupare delle eccessive dimensioni del file salvato, allora si può impostare la qualità media o alta.
Alla fine, dopo aver aggiunto tutte le scansioni al file PDF, toccare il nome del file (che viene chiamato con un nome che inizia con digitalizzato) e salvare il file in Google Drive.
Da Google Drive è possibile scaricare il PDF sul telefono per caricarlo online o può essere direttamente inviato via email. Il file si potrà anche scaricare su PC, aprendo il sito di google drive dal browser web Chrome o altri.

Scansionare con un iPhone

Visto che Google Drive per iPhone non ha funzione di scanner, allora possiamo usare l'app Note oppure anche l'applicazione File che sono già presenti nel sistema iOS e non è da installare separatamente.
Aprire quindi Note o File, premere sul sul pulsante + in basso al centro per trovare la funzione Scansiona documenti. Si potrà quindi fare la foto al foglio da scansionare e poi premere il tasto con tre pallini per scegliere la modalità di colori (bianco e nero o colori) e se usare il flash (meglio di no).
Dopo aver fatto la foto, si potrà sistemare l'immagine da salvare usando gli indicatori agli angoli, spostandoli col dito per includere o escludere parti della foto dal file da salvare.
Salvare quindi la scansione come file PDF. Toccando il file, sarà possibile condividere il PDF della scansione per inviarlo via email o per caricarlo in un sito web o in un servizio cloud come Google Drive o altri.

Conclusioni

Per finire, se il file della scansione dovesse risultare troppo grosso, è possibile usare una delle app gratuite per comprimere PDF, tra le quali personalmente uso Ilovepdf.com .

Se non si fosse soddisfatti di Google Drive e se si ha un iPhone, è possibile usare un'altra delle app scanner gratuite, tra le quali si fa notare Office Lens di Microsoft, che è disponibile per Android e iPhone, capace di ottimizzare le foto dei documenti in modo molto accurato e capace anche di salvare i documenti cartacei in file Word modificabili.
reactions

Commenti

table of contents title