Main menu

Pages

Test ADSL e fibra: come si misura la velocità di Internet?

Test Internet I test di velocità per le connessioni Internet in casa sono utili a verificare, effettivamente, quanta differenza c'è tra la velocità promessa dall'operatore di telefonia e quella reale. Questi test hanno una duplice finalità: quella di trovare il provider migliore per avere Internet più veloce e quella di controllare se si sta pagando una somma giusta in proporzione alla velocità, così da poter chiedere il recesso immediato in caso di velocità molto bassa e/o un servizio insoddisfacente.
Quello che però non è molto chiaro è come funzionano i test per la velocità Internet e perché c'è tanta differenza rispetto le velocità dichiarate nelle pubblicità e nei contratti di abbonamento.
In questa guida quindi vi mostreremo nel dettaglio come viene misurata la velocità di internet e come dobbiamo analizzare i risultati dei test, eseguiti direttamente da questa pagina grazie allo strumento di testing dedicato.

LEGGI ANCHE: ADSL e fibra ottica in Italia: stai pagando per la velocità promessa?

Come effettuare test per la connessione Internet

I test di velocità di Internet sono misurazioni riguardo quanto a lungo una certa quantità di dati richiede per viaggiare tra un server di prova e il computer. In base alle dimensioni del file e il tempo da cui che ci mette ad arrivare al computer, il test calcola la velocità di download o di scaricamento dati. La dimensione del file e il tempo necessario per passare dal computer al server, facendo quindi il percorso inverso, determina la velocità di upload o di caricamento dati.
Di solito la velocità di download è superiore alla velocità di upload perché l'uso di internet in ambito casalingo prevede più spesso lo scaricamento piuttosto che l'invio di dati nella rete, anche se negli ultimi tempi sta aumentando a dismisura anche la richiesta di upload veloce (grazie alla diffusione degli strumenti di desktop remoto, giochi online multiplayer e videoconferenze con 10 o più persone).

Come misurare la velocità della connessione di casa

Si può misurare rapidamente la velocità della propria connessione direttamente premendo il pulsante qui sotto.


Al termine della misurazione avremo la velocità di download e la velocità di upload della nostra linea, insieme alla misurazione del ping. Ripetiamo almeno 3 volte questo test e facciamo la media dei valori, così da poter ottenere una stima molto accurata della velocità della nostra connessione.
In alternativa possiamo utilizzare anche altri siti web dedicati al test della connessione:
  • Ookla Speedtest: questo sito permette di verificare la velocità di internet in modo molto semplice. Più di 50 milioni di persone lo utilizzano e permette di creare un account, salvare i risultati per confrontarli nel tempo nel valutare l'ISP. Il sito offre anche un sistema di valutazione, così da poter dare un giudizio sul proprio fornitore di internet e di confrontare i risultati dei test di velocità Internet di altri provider a banda larga in zona.
  • Fast.com: questo sito di testing è offerto da Netflix e offre subito una misurazione della velocità di download, oltre alla possibilità di vedere l'upload e il ping della connessione.
  • SpeedofMe che ha un ottimo strumento online in HTML5 per misurare la velocità di internet in download e upload, in maniera molto affidabile e con un grafico di prestazioni.
Utilizzando uno dei siti visti in precedenza saremo in grado di effettuare dei test di velocità molto accurati e confrontarli con la velocità promessa dall'operatore nel contratto d'abbonamento.

Velocità inferiore alle attese: problema di conversione

Per capire perché rileviamo delle discrepanze sulle velocità di connessione bisogna spiegare come si misura la velocità di internet e, soprattutto, la differenza tra megabit e megabyte. La velocità di una rete è indicata usando i bit per secondo abbreviato bps (bit per secondo), originariamente le reti erano così lente che la loro velocità è stata misurata in soli bit. Con il migliorare delle tecnologie di rete si è passati dai bit ai chilobit Kbps e poi ai Megabit Mbps o Mb/s (megabit per secondo) delle moderne linee a fibra ottica e ADSL.

Questo sistema di misurazione crea confusione: alcuni programmi e siti misurano la velocità di trasferimento dati in byte che vale otto bit di lunghezza. Un provider quindi può scrivere che la velocità di internet è di 100 Mb/s intesa in MegaBIT al secondo, mentre in Megabye è di 12.5 MB/s (notare la b maiuscola).
Conversione

Molti programmi che scaricano da Internet (Google Chome, Torrent etc.) mostrano invece sempre la velocità come MB/s (Megabyte al secondo), generando quindi tantissima confusione negli utenti che scaricano.

La frase tipo sarà "ma come non dovevo andare a 100 Mega? Vado solo a 12,5 Mega!"; in questo esempio l'utente ha frainteso e non sa che in realtà sta navigando esattamente a 100 Mega, ma con un'altra unità di misura.
Per evitare questo tipo di errori utilizziamo sempre un convertitore come quello disponile nel sito ConvertLIVE.

Linea troppo lenta: cosa fare?

Purtroppo la velocità reale non sarà mai alta come promesso, visto che i fattori che incidono sulla velocità di connessione sono numerosi:
  • Distanza dalla centrale telefonica
  • Distanza dal cabinato del provider (centralina in strada)
  • Usura dei cavi in rame per ADSL tra centrale, centralina e presa telefonica di casa (la fibra ottica è più resistente, quindi è da preferire all'ADSL)
  • Congestione del provider ossia quante persone sono connesse in uno stesso momento (di notte sarà sempre più veloce)
  • Il provider Internet rallenta (o "strozza") determinati tipi di traffico, come ad esempio il traffico peer-to-peer di eMule, BitTorrent o IPTV
  • Problemi Server-Side ossia del sito da cui si sta scaricando (troppe connessioni)
Se notiamo una linea che rallenta anche di notte, non superando determinati valori, su un sito web conosciuto e senza problemi evidenti, probabilmente la nostra linea presenta dei problemi ed è necessario indagare.
AGCOM, l'autorità per le garanzie nelle comunicazioni, fornisce un software ufficiale per misurare internet e verificare effettivamente se è troppo lento rispetto a quanto promesso in fase di attivazione del contratto col provider. Questo dato ufficiale può essere usato per fare un reclamo e, in caso, anche per recedere da un contratto o un abbonamento.
Il programma si chiama Ne.Me.Sys. (Network Measurement System) e si può scaricare dal sito misurainternet.it per Windows, Mac e Linux.
Ne.Me.Sys

Lasciamo agire questo programma per 3 giorni di fila (non spegniamo mai il computer!), così da ottenere alla fine un certificato della velocità di linea su un arco di tempo adeguato a fornire informazioni sulla effettiva velocità di linea.

Conclusioni

I test Internet vi permetteranno di capire subito se la velocità Internet attesa per la linea di casa è adeguata e, se effettuato al momento opportuno, vi permetteranno di scoprire se è il sito scelto a rallentare oppure è la nostra connessione di casa.
In caso di velocità molto basse o non in linea con il contratto effettuiamo qualche conversione e, se anche la notte notiamo dei rallentamenti evidenti, procediamo subito con il test Ne.Me.Sys., così da poter inchiodare l'operatore alle sue responsabilità.

Non sappiamo cosa scegliere tra le varie offerte in fibra (da preferire sempre rispetto all'ADSL)? Chiariamoci ogni dubbio sui tipi di connessione Internet per casa leggendo la nostra guida Fibra VDSL, FTTC e FTTH: che differenze e qual è meglio?
Se invece non sappiamo come verificare la copertura e le migliori offerte per la fibra, non dovremo far altro che leggere il nostro approfondimento Miglior Fibra Ottica: verifica copertura e offerte.
reactions

Commenti

table of contents title