Main menu

Pages

Alternative a Microsoft Access per gestire Database

Microsoft Access alternative Microsoft Access è uno dei programmi più antichi, un prodotto molto particolare integrato nella suite Office che permette di creare database relazionali. La particolarità di Access è nella sua facilità d'utilizzo: mentre i software di database sono piuttosto complicati e richiedono un certo studio, Access invece può essere utilizzato da tutti anche senza aver studiato perchè ha un'interfaccia grafica intuitiva, dove basta conoscere le nozioni fondamentali per capire immediatamente cosa fare. Questa facilità d'uso è uno dei motivi principali del successo di un programma che esiste da quasi 30 anni.
Il problema è che mentre Access, fino a qualche anno fa, era integrato nella suite Office standard insieme a Excel, Powerpoint e Word, oggi invece è disponibile soltanto con un abbonamento Microsoft 365 ed è quindi più difficile rimediarlo (anche se si può trovare ancora nelle versioni Office 2016, 2010 e 2013).

LEGGI ANCHE: Guida a Microsoft Access preliminare per capire come funziona ed a che serve

Come funziona Access e perchè cercare alternative

Microsoft Access (ora ufficialmente chiamato Microsoft Office Access) è un database relazionale di Microsoft disponibile solo per Windows, composto da diversi programmi: il motore di database Microsoft Jet, un editor grafico, Interfaccia Query by Example per l'interrogazione di database e linguaggio di programmazione Visual Basic. Microsoft Access consente di gestire graficamente raccolte di dati in tabelle, stabilire relazioni tra queste tabelle secondo le consuete regole dei database relazionali, creare query con QBE (Query per esempio o direttamente in SQL), creare interfacce personalizzare per estrarre i dati anche con automatismi e pulsanti e stampare report.
A differenza dei sistemi di gestione dei dati che operano secondo il principio client-server, come MySQL, Microsoft SQL Server, Oracle Database, Microsoft Access è un sistema di gestione dei dati per l'ufficio. I dati creati in MS Access vengono salvati in un singolo file, in formato .mdb o, più recentemente, in formato .accdf. Inoltre, un tipico server di database di solito non crea un singolo file per ciascun database, ma una cartella completa, in cui il contenuto e la forma di un database sono separati in diversi file.
Microsoft Access è particolarmente adatto per i principianti nella gestione dei database, poiché non è richiesta alcuna conoscenza di programmazione e perchè rende facile creare semplici database utilizzando l'interfaccia grafica dello strumento. Il compito è reso ancora più semplice da numerosi modelli, ad esempio per gestire contatti, risorse e progetti. È tuttavia possibile definire liberamente i campi e adattare le caratteristiche dei modelli a obiettivi specifici. Se si desidera utilizzare la piattaforma per creare applicazioni estese, è possibile ricorrere all'uso della programmazione VBA (Visual Basic, Applications Edition).
Creare e gestire una suite di dati, ma anche analizzarli ed estrarre report, è spesso più facile che con altri sistemi di gestione del database. Il salvataggio di un database di Microsoft Access in un singolo file semplifica la condivisione con altri utenti o l'archiviazione su altri supporti.
La semplicità del software, però, ha un prezzo: un tipico sistema di database di Microsoft Access è molto meno potente di quello di un database di server. Lo strumento è più adatto all'implementazione di database leggeri, non di quelli con centinaia di migliaia di voci, per le quali sarebbe meglio utilizzare un server DMBS dedicato. Anche le prestazioni non sono uno dei punti di forza di Access perchè l'elaborazione di una grande quantità di dati immagazzinati in un singolo file può richiedere parecchio tempo di caricamento. E più grande è il file, maggiore è il tempo di attesa. Il programma è, inoltre, fortemente limitato in termini di dimensioni del database perchè il suo singolo file non può superare i 2 GB. Le prestazioni sono anche limitate quando ci sono più utenti collegati al database, raggiungendo il limite con dieci utenti simultanei.

Alternative gratuite a Microsoft Access

Esistono diversi programmi gratuiti per eseguire le operazioni di Microsoft Access.

1) Base LibreOffice
LibreOffice è la suite open source e gratuita per sostituire Microsoft Office, che include programmi simili a Word, Excel e Powerpoint ed anche un programma come Access chiamato Base. LibreOffice Base è un ottimo punto di partenza per chiunque cerchi un'alternativa a Microsoft Access, un prodotto eccellente che ben si adatta alle esigenze sia domestiche che aziendali, con tante utili funzioni, incluso il supporto per database multiutente come MySQL e lo stesso Microsoft Access. LibreOffice Base è quasi un clone diretto di Microsoft Access, con la stessa interfaccia intuitiva e di facile utilizzo, adatta a utenti di qualsiasi livello.

2) DB Browser for SQLite
DB Browser for SQLite non è un motore di database, ma piuttosto un front-end per SQLite che consente agli utenti di creare e utilizzare file di database SQLite senza dover conoscere i comandi SQL complessi. In poche parole, aggiunge funzionalità simili ad Access a SQLite grazie ad un'interfaccia simile a un foglio di calcolo e procedure guidate predefinite che permettono anche ai nuovi utenti di database di muoversi senza molta conoscenza di base.
Tramite procedura guidata è possibile creare e modificare facilmente file di database, tabelle, indici, record, ecc. Si possono importare ed esportare dati in formati di file comuni, creare query e ricerche. Il prodotto è disponibile per Windows, macOS e Linux.

3) Kexi
Kexi è l'applicazione di database inclusa in Calligra Suite, che fa parte del progetto KDE, ma utilizzabile anche su macchine Linux BSD e Unix che eseguono GNOME, su Windows e su Mac. Il prodotto si integra perfettamente con le altre applicazioni della suite che include programmi simili a Word, Escel, Powerpoint e Project. Kexi ha tutte le funzionalità standard che ci si aspetta da un'alternativa per Access come la progettazione di database, la memorizzazione di dati, l'esecuzione di query, l'elaborazione di dati e così via.

4) nuBuilder Forte
NuBuilder Forte è diverso da altri strumenti in questo elenco, si tratta di un front-end basato su browser per lo sviluppo di applicazioni di database basate sul Web ed è progettato per essere il più semplice possibile. Ha un'interfaccia pulita che può essere utilizzata anche senza scrivere codice di programmazione (incluso il supporto per il trascinamento della selezione), per creare e utilizzare rapidamente un database. E come un'applicazione completamente basata sul web, i dati sono accessibili ovunque da un browser. Tutto è archiviato in un database MySQL e può essere eseguito il backup del file di database. NuBuilder Forte utilizza linguaggi di codifica standard come HTML, PHP, JavaScript e SQL.

5) Axisbase
Se il prezzo è il motivo principale per cercare un'alternativa di Access, Axisbase potrebbe essere la scelta giusta: questo programma è stato creato da uno sviluppatore stufo di costringere i suoi clienti a pagare per Microsoft Access. Mentre lo sviluppo del prodotto sembra essersi fermato diversi anni fa, potrebbe essere comunque un'opzione valida, con un'interfaccia che sembra simile a Microsoft Access o LibreOffice Base. Nel complesso, però, non è un software semplice da usare come gli altri, perchè i database di Axisbase sono sviluppati come blocchi o sottoinsiemi di dati che possono diventare eccessivamente complessi.

LEGGI ANCHE: Access o Excel? quali differenze e qual è meglio?
reactions

Commenti

table of contents title