Main menu

Pages

App per pagare rifornimenti di benzina

Pagare carburante Arriva inevitabile il momento di fare il rifornimento alla nostra autovettura: in tutte le stazioni di servizio ormai accettano le carte di credito e Bancomat per pagare la cifra erogata, anche in modalità contactless (molto utile per i rifornimenti rapidi e inferiori ai 25€). Ma come possiamo pagare il rifornimento nel caso in cui dimenticassimo il portafoglio a casa? Per fortuna sono disponibili alcune app per smartphone in grado di farci pagare qualsiasi rifornimento utilizzando PayPal, carte di credito o punti bonus accumulati da altri rifornimenti.
In questa guida vi mostreremo quali sono le app per pagare carburante disponibili in Italia; ovviamente non potremo fare rifornimento ovunque, ma dovremo scegliere la stazione di servizio che offre il supporto alle app scelte.

LEGGI ANCHE: Come ridurre il consumo di benzina con alcune app per smartphone

Migliori app per pagare rifornimenti carburante

Attualmente non sono disponibili molte app che permettono di pagare i rifornimenti di carburante tramite app, quindi dovremo sceglier delle stazioni di servizio con attenzione per evitare di fare brutte figure e non poter pagare il rifornimento effettuato.

Eni Station +

Se effettuiamo spesso rifornimento presso le stazioni Eni, vi consigliamo di provare l'app Eni Station +, disponibile per Android e iPhone.
Eni Station +

Utilizzando la piattaforma EniPay integrata all'interno dell'app potremo inserire i dati della nostra carta di credito o di PayPal, così da poter effettuare il pagamento del rifornimento sia nell'isola Più Servito o sia nei punti Iperself. Per utilizzarla è sufficiente comunicare al benzinaio di voler utilizzare l'app quindi apri l'app, premi su EniPay, seleziona l'erogatore, controlla i dati del rifornimento e autorizza il pagamento con il codice segreto di 4 cifre (dovremo sceglierlo al momento della creazione dell'account). Tutti i rifornimenti verranno pagati velocemente e otterremo anche delle ricevute, valide ai fini fiscali, direttamente all'interno dell'app.
Oltre alle carte di credito e a PayPal, l'app Eni Station + permette di pagare i rifornimenti con i punti accumulati sul conto e ai cashback autorizzati, così da poter effettuare un pieno di benzina o diesel praticamente gratis.

Q8 CLUB

Un'altra app simile alla precedente ma dedicata ai distributori marchiati Q8 è Q8easy CLUB, disponibile per Android e iPhone.
Q8easy CLUB

Con quest'app potremo aggiungere un account PayPal o una carta di credito come metodo di pagamento rapido, così da poter pagare i rifornimenti direttamente dall'app, scegliendo la stazione di servizio self dove effettuarlo, la somma da pagare e generando infine il codice da utilizzare sul terminale della stazione di servizio, così da poter sbloccare la pompa e iniziare il rifornimento. Vista la grande diffusione degli Q8easy, quest'app è davvero molto comoda e attualmente una delle migliori per poter pagare i rifornimenti tramite app.

Telepass Pay

Altra app che possiamo utilizzare per pagare i rifornimenti di carburante è Telepass Pay, anch'essa disponibile per Android e iPhone.
Telepass Pay

Utilizzando i sistemi di pagamento supportati dal servizio Telepass (addebito diretto su conto corrente o su carta di credito) potremo effettuare il rifornimento senza dover portarsi i contanti dietro e senza nemmeno avere le carte di pagamento nel portafoglio, basterà selezionare la stazione di servizio desiderata, indicare la quantità di carburante da pagare e abilitare la pompa, così da poter procedere con il rifornimento.
Per trovare facilmente le stazioni di servizio che supportano Telepass Pay, possiamo utilizzare sia la mappa presente all'interno dell'app sia il sito Web Stazioni di servizio con supporto Telepass Pay.

Satispay

L'ultima app che possiamo utilizzare per pagare i rifornimenti di carburante è Satispay, disponibile per dispositivi Android e iPhone.
Satispay

Se la stazione di servizio mostra il logo di Satispay tra i metodi di pagamento accettati, potremo procedere con il rifornimento senza usare contanti e senza dover tirar fuori la carta di credito: basterà inserire il codice o il nome della stazione di servizio, digitare la cifra da rifornire quindi inviare il pagamento. Il sistema Satispay utilizza un bugdet settimanale (di base 200€) che viene ripristinato automaticamente tramite il conto corrente bancario o postale: se siamo sopra questa soglia riceveremo un accredito sul conto, mentre se stiamo sotto questa soglia ci verrà addebitata solo la cifra necessaria per tornare al budget fissato.
Per approfondire il funzionamento di questo servizio e dell'app, vi invitiamo a leggere la nostra guida a Satispay: come pagare nei negozi e online senza carta di credito.

Conclusioni

Con la grande diffusione degli smartphone, possiamo anche dimenticarci il portafoglio a casa senza il pericolo di rimanere a piedi per il mancato rifornimento: utilizzando una delle app segnalate nella guida potremo pagare i nostri rifornimenti utilizzando i soldi messi da parte su PayPal, utilizzando le carte prepagata o le carte di credito aggiunte su PayPal o i conti correnti associati. Utilizzando questi metodi aumenta a dismisura anche la sicurezza intrinseca, visto che eviteremo di dover strisciare o passare la carta su POS di cui non conosciamo nulla, tutelando i nostri risparmi.

Se cerchiamo altri metodi per inviare e ricevere denaro tramite smartphone, vi invitiamo a leggere la nostra guida su come Inviare soldi con Android o iPhone nel modo più veloce. Se non vogliamo portarci molti soldi quando siamo fuori casa, possiamo affidarci ad una carta prepagata per i pagamenti, come quelle visibili nel nostro articolo alle Migliori carte prepagate per acquistare online senza rischi.
Infine, se siamo davvero pignoli sulla sicurezza informatica per quando riguarda i pagamenti online, vi consigliamo di leggere il nostro approfondimento ai Sistemi di Pagamento online più sicuri per fare acquisti.
reactions

Commenti

table of contents title