Main menu

Pages

Attivare individuazione rete in Windows 10 e risolvere problemi

attivare individuazione rete Su Windows 10, il rilevamento della rete è una funzionalità che consente di trovare rapidamente i dispositivi collegati alla rete utilizzando Esplora file (ossia vedendo altri PC collegati alla stessa rete come fossero cartelle del computer utilizzato). Quando la funzione è abilitata, è possibile aprire una qualsiasi cartella e poi espandere la sezione Rete sulla colonna di sinistra di Esplora file, è possibile visualizzare tutti dispositivi collegati in rete, compresi router, dischi di rete o altri PC ed ovviamente sfogliare alcune cartelle e file, quelle condivise oppure le stampanti.
La funzione di Windows 10 dell'individuazione rete, però, anche se semplicissima da attivare, può non funzionare correttamente se non sono soddisfatte alcune condizioni oppure se c'è qualche configurazione errata nelle impostazioni. Accade così che non tutti i computer o dispositivi che ci si aspetterebbe di vedere siano individuati oppure che il computer che stiamo usando non venga visto dagli altri.
Qualunque sia il motivo, è possibile risolvere quasi tutti i problemi con l'individuazione della rete, innanzi tutto, assicurandosi che la funzionalità sia abilitata e che i servizi e il protocollo richiesti siano in esecuzione.

LEGGI ANCHE: Come Condividere file e cartelle in rete di computer su PC Windows

Abilitare Individuazione rete in Windows 10

Per abilitare il rilevamento della rete, bisogna ancora usare il Pannello di controllo (prima o poi in Windows 10 il Pannello di controllo sarà rimosso e le funzioni saranno in Impostazioni sotto la sezione Rete).
Dal Pannello di Controllo, cliccare su Rete e Internet, poi su Centro connessioni di rete e condivisione.
Premere quindi sull'opzione Modifica impostazioni di condivisione avanzate nel riquadro a sinistra per aprire una schermata di opzioni molto spartana, dove è possibile espandere tre sezioni: Privato, Guest e tutte le reti.
Per sicurezza, conviene sempre disattivare la condivisione di rete sotto Guest o Pubblica ed anche sotto Tutte le reti, bisogna quindi espandere la sezione della rete privata per trovare l'opzione che attiva l'individuazione della rete, con opzione per configurazione automatica.
Nella sezione in basso, attivare anche la Condivisione file e stampanti" e premere in basso su Salva modifiche .
Una volta completati i passaggi, aprendo una cartella ed espandendo la sezione Rete, si dovrebbero già trovare altri computer e gadget collegati alla stessa rete locale (o collegati allo stesso router).
Se l'individuazione della rete è abilitato ed Esplora file non mostra alcun dispositivo, significa che uno o più servizi richiesti potrebbero non essere in esecuzione.

Una cosa importante per far funzionare l'individuazione rete è che la rete utilizzata, la rete wifi ad esempio, sia impostata come rete privata. Abbiamo visto in un altro articolo come impostare la rete privata in Windows 10.
Come spiegato, è possibile condividere file tra PC e vedere le cartelle condivise (Windows, Mac, Linux) e mettere in comune cartelle di documenti immagini e musica

Correggere il rilevamento della rete su Windows 10

Per abilitare i servizi, bisogna cercare, nel menù Start o sulla barra di ricerca, Servizi.
Quando si apre la lista dei servizi, cercare e controllare che siano "in esecuzione" i seguenti servizi:

  • Client DNS
  • Host provider di individuazione funzioni
  • Pubblicazione risorse per individuazione
  • Individuazione SSDP
  • Host di dispositivi UPnP

Se uno dei servizi non fosse in esecuzione, fare doppio clic su di esso, selezionare il tipo di avvio automatico e premere su Avvia in basso.
Dopo aver completato i passaggi, aprire la cartella Rete in Esplora file per vedere se il rilevamento funziona oppure se ancora non si vede nulla.

Correzione del rilevamento della rete che abilita il protocollo SMB

Se il rilevamento della rete funziona, ma mancano alcuni dispositivi, come un vecchio computer, un disco collegato alla rete o un Network-Attached Storage (NAS), è possibile che quei dispositivi facciano affidamento nella vecchia versione del Protocollo Server Message Block (SMB).
Tenere però conto che sarebbe meglio non utilizzare il protocollo SMBv1, attivabile ancora in Windows 10, per motivi di sicurezza. Per attivarlo, andare in Pannello di Controllo > Programmi e premere su Attiva disattiva funzionalità di Windows. Qui è possibile trovare il componente SMB 1.0/CIFS Client da installare.

Correzione automatica dei problemi di condivisione in rete

Prima di provare ad attivare SMBv1, che come detto è un protocollo ormai insicuro e rischioso, conviene comunque eseguire lo strumento di risoluzione dei problemi di rete automatico che è incluso in Windows 10.
Aprendo le Impostazioni, alla sezione Aggiornamento e sicurezza, premere su Risoluzione dei problemi e poi, sulla destra, premere il link Strumenti di Risoluzione dei problemi aggiuntivi .
Tra i vari strumenti, premere su Scheda di Rete ed eseguire lo strumento per la rete wifi utilizzata. Fare lo stesso con lo strumento per risolvere problemi di Cartelle condivise.

Resettare le impostazioni di rete

Se lo strumento di risoluzione dei problemi non ha funzionato, è possibile utilizzare la funzione di ripristino della rete che rimuove e reinstalla tutte le schede di rete sul computer. Questo processo ripristina tutti i componenti di rete, ripristina le impostazioni predefinite e permette di risolvere i problemi di individuazione rete.
L'unico effetto collaterale del reset è che vengono azzerate le password di accesso al wifi, che saranno quindi da riscrivere.
Per ripristinare le impostazioni della scheda di rete in Windows 10 ci sono diversi modi; il più semplice è quello di aprire Impostazioni, andare su Rete e Internet, poi su Stato e premere a destra il tasto del Ripristino rete.

Se ancora non ha funzionato, rimando alla guida per risolvere problemi di rete, connessione tra PC e condivisione file, in modo da ricominciare da capo passo per passo.
reactions

Commenti

table of contents title