Main menu

Pages

Usa un tracker GPS con SIM come mini Antifurto per auto, moto ecc.

Antifurto auto Non appena compriamo un'automobile o una motocicletta nuova la prima preoccupazione è impedire che venga rubata, specie se non abbiamo un garage al coperto e possiamo parcheggiarla solo in uno spiazzale o peggio sulla via, esponendoci così al rischio che venga rubata.
Anche se quasi tutti i nuovi modelli dispongono di un sistema antifurto integrato e molte assicurazioni spingono per adottare una scatola nera con controllo GPS, può essere molto utile aumentare ulteriormente la sicurezza sul nostro nuovo veicolo aggiungendo in gran segreto un dispositivo antifurto portatile, in cui poter inserire una SIM e rintracciare in tempo reale la posizione del veicolo tramie GPS e A-GPS.
In questa guida vi mostreremo quali sono i migliori dispositivi antifurto portatili (che non costano più di 40 Euro)e come possiamo configurarli per poter rintracciare subito una vettura rubata, così da poter segnalare il caso ai Carabinieri o alla Polizia di stato.

LEGGI ANCHE: Portachiavi Bluetooth per ritrovare le chiavi perse

Migliori antifurto portatili per auto e moto

Prima di mostrarvi i prodotti che è possibile acquistare su Amazon, vi mostreremo quali caratteristiche devono avere questi piccoli antifurto per poter essere utilizzati con efficacia sulle nostre automobili o sulle motociclette di grossa cilindrata.

Caratteristiche di un antifurto portatile

Per poter essere utili come antifurto portatili per auto e moto, i dispositivi di sorveglianza devono disporre delle seguenti caratteristiche:
  • Sistema GPS: per poter triangolare la posizione in tempo reale del mezzo, sia fermo sia in movimento, deve essere presente il supporto al sistema GPS e al sistema A-GPS (ossia il GPS assistito con la rete dati mobile).
  • Connessione dati rete cellulare: per velocizzare l'aggancio dei satelliti via A-GPS è richiesto un modulo per la connessione alla rete dati cellulare (anche solo GPRS o 2G), così da poter inserire una SIM con offerta dedicata all'interno. La connessione alla rete cellulare fornirà una triangolazione anche in assenza di segnale GPS e permetterà di gestire da remoto le funzioni del dispositivo portatile via app.
  • Controllo remoto via SMS: inviando dei precisi comandi via SMS alla SIM presente nel dispositivo potremo controllare le sue funzioni e ottenere, sempre via SMS, le coordinate del veicolo e altre utili informazioni.
  • Sensori di movimento e di vibrazione: per risparmiare batteria e per reagire in maniera adeguata ad ogni minimo spostamento dell'auto, il dispositivo antifurto portatile deve disporre di un accelerometro, di una bussola e di un giroscopio, così che si possa attivare velocemente non appena il mezzo si muove e possa entrare in modalità "stand-by" quando il veicolo è parcheggiato o fermo per più di 10 minuti.
  • Sistema Geo-fencing: i modelli d'antifurto più avanzati permettono di creare dei "recinti" virtuali su una mappa GPS così che, ogni volta che il veicolo entra od esce da essi, attiverà una segnalazione acustica e una notifica sull'app o via SMS, così da essere avvisati tempestivamente di ogni tentativo di furto riuscito.
  • Traccia del percorso: altra funzione che non deve mancare su un dispositivo antifurto di questo tipo è la traccia del percorso compiuto giornalmente con il veicolo, così da poter ricostruire tutti gli spostamenti e le fermate effettuate.
  • Sistema d'aggancio magnetico: per poterlo nascondere in maniera efficace all'interno dell'auto o in un punto metallico della scocca, il dispositivo antifurto deve possedere una piastra magnetica potente, così che non possa cadere o spostarsi durante la corsa del veicolo.
  • Alimentazione: possiamo trovare in commercio modelli con cavetti collegabili direttamente alla batteria (più pratici ma anche più vistosi) e modelli con batteria al litio integrati (che devono essere periodicamente ricaricati).
Ovviamente questi dispositivi possono essere utilizzati anche per tracciare gli spostamenti di una persona, come visto nella nostra guida alle App da agente segreto per Android per spiare, tracciare posizioni, messaggi e altro.

Migliori antifurto portatili

Dopo aver visto insieme alcune delle caratteristiche che devono possedere dei dispositivi antifurto portatili per auto e moto, vediamo insieme alcuni dei modelli che possiamo acquistare su Amazon, risparmiando sempre qualcosa rispetto ai negozi fisici (anche se questo tipo di prodotti sono abbastanza rari da trovare in negozio, essendo molto specifici per attività di sorveglianza e spionaggio).

Il primo modello che vi segnaliamo è l'XCSOURCE GPS Tracker Plotter (23€).
XCSOURCE

Questo dispositivo si connette alla batteria dell'auto e permette di rintracciare ogni spostamento tramite GPS e GPRS, utilizzando sia l'app dedicata sia il sistema di controllo via SMS.
Non dispone di batteria interna quindi resta in funzione finché la carica della batteria dell'auto permette di alimentare i circuiti del dispositivo.

Un altro dispositivo simile è il TKSTAR Mini GPS Tracker (39€).
TKR1 Evo

Attualmente è uno dei dispositivi antifurto più compatti e facili da nascondere, anche grazie alla batteria integrata da 450 mAh, alla potente calamita nella parte inferiore del prodotto e al supporto per la localizzazione tramite GPS e tramite rete dati cellulare. Può essere utilizzato come funzione tasto SOS e permette di ascoltare anche le registrazioni ambientali grazie al microfono incorporato. La batteria non garantisce una grande autonomia, ma può essere collegata ad una presa USB per poterla tenere sempre sotto carica con un dispositivo come l'AUKEY Caricabatteria da auto, Ultra Compatto (10€).

Il miglior prodotto che possiamo acquistare come sistema antifurto satellitare è senza ombra di dubbio il Winnes Localizzatore GPS (48€).
Winnes

Questo dispositivo, grande quanto una mano, dispone di una batteria agli ioni di litio da 5000 mAh, un sistema A-GPS e LBS per la localizzazione via rete cellulare, un sistema di controllo remoto via SMS e la possibilità di creare dei geo-fencing e di rivedere tutto il percorso fatto (tramite l'app dedicata disponibile per Android e iPhone).
La piastra magnetica inferiore permette di agganciarla in sicurezza sotto la scocca o su qualsiasi parte metallica dell'auto o della moto e la grande batteria richiede in media una ricarica ogni 30 giorni (dipende anche dall'uso).

Come configurare un antifurto portatile

App GPS

Per configurare uno dei dispositivi segnalati in alto dovremo attenerci ai manuali d'uso (anche in italiano) forniti con la confezione, anche se alla fine i passaggi da seguire sono praticamente gli stessi su qualsiasi tipo di dispositivo:
  • Inserire la SIM card nell'apposito slot, così da poter inviare i messaggi di configurazione e ottenere il tracking via SMS;
  • Una volta inserita la SIM Card nel dispositivo, inviamo un SMS di configurazione dal nostro smartphone, contenente il numero d'amministrazione a cui inviare i dati e il tracking via SMS;
  • Dopo aver impostato il numero d'amministrazione, inviamo via SMS i dati relativi all'APN della SIM inserita nel dispositivo, così da abilitare la connessione dati;
  • Ora che la connessione dati è attiva, inviamo un SMS per tracciare la posizione GPS (il comando è diverso per ogni device, controlliamo sempre il manuale d'uso);
  • Non appena riceviamo le giuste coordinate GPS, installiamo l'app dedicata per smartphone e utilizziamo il codice seriale del dispositivo e la password di default per accedere alle funzioni avanzate del dispositivo.
  • Appena abbiamo accesso alle opzioni dell'app, cambiamo subito la password di default con una più sicura e impostiamo le funzioni aggiuntive (geo-fencing, avviso movimento, avviso spostamento o avviso batteria scarica).
Alcuni di questi passaggi potrebbero mancare, quindi vi consigliamo vivamente di leggere sempre il manuale d'uso per scoprire i comandi che possiamo lanciare via SMS e quale app dobbiamo scaricare sul nostro smartphone Android o iPhone.

Conclusioni

Se abitiamo in una zona soggetta a furti di automobili o di motociclette, utilizzare un dispositivo satellitare "furbo" e facilmente occultabile per poter monitorare in qualsiasi momento la posizione del nostro veicolo e ricevere una notifica e un allarme quando abbandona una precisa area, quando si muove ad una determinata velocità o riceve un urto non indifferente.

Come alternative a questi sistemi antifurto satellitari possiamo utilizzare anche un vecchio smartphone in disuso, da abbinare alle app viste nelle nostre guide App antifurto per Android per controllare e bloccare il cellulare a distanza dal PC e Antifurto per cellulare che blocca, localizza e cancella il telefonino via SMS.
reactions

Commenti

table of contents title