Attivare il nuovo menu Start in Windows 10

Come sappiamo, Microsoft aggiorna Windows 10 ogni 6 mesi circa con nuove funzionalità. Il più recente aggiornamento del 2020 è uscito a Maggio e non ha portato grossissime novità, se non le solite ottimizzazioni e correzioni di errori. Una sorpresa viene però dalla possibilità di attivare subito il nuovo menù Start, che Microsoft ha ridisegnato e che sarà ufficialmente rilasciato col prossimo update in uscita a Novembre 2020. Chi vuole, quindi, può immediatamente sbloccare il menù Start rivisto, che non cambia molto rispetto la versione precedente, ma diventa sicuramente più comodo per cercare i programmi e le app installate.
Il cambiamento più significativo, oltre ad un aspetto più luminoso (che rende meglio se si attiva il tema Aero Lite nelle impostazioni), è nel non riempire più le icone dei programmi con un colore diverso, rendendo tutto più uniforme e più semplice da scorrere e da utilizzare per cercare le app. Inoltre, passando il mouse sopra le cartelle, compare il loro nome, rendendole più facili da riconoscere.

LEGGI ANCHE: Personalizzare il menu Start di Windows 10

Il trucco per attivare immediatamente il nuovo menu Start di Windows 10 senza attendere l'aggiornamento definitivo, è possibile farlo già adesso (è importante aver già installato l'aggiornamento di Windows 10 Update 2004 di Maggio 2020) seguendo questa breve procedura:

1) Aprire Impostazioni in Windows 10, andare in Aggiornamento e Sicurezza e cercare nuovi aggiornamenti.
2) Quando è terminata la ricerca, cliccare sul link degli aggiornamenti facoltativi e dovrebbe comparirne uno con sigla KB4568831. Selezionarlo ed installarlo.
3) Riavviare il computer
4) Una volta riacceso il PC, bisogna aggiungere due chiavi di registro. Per farlo, il modo più semplice è quello di premere col tasto destro del mouse sul desktop per creare un nuovo documento di testo. Poi incollarci sopra queste righe:
Windows Registry Editor Version 5.00

[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\FeatureManagement\Overrides\0\2093230218]
"EnabledState"=dword:00000002
"EnabledStateOptions"=dword:00000000
Salvare poi il documento con un nome come: start-nuovo.reg (mi raccomando l'estensione del file deve essere .reg e non .txt). Premerci sopra due volte per aggiungere i valori segnati nel registro di sistema.
5) Riavviare il computer.
Questo è tutto, alla fine si vedrà il menù Start di Windows 10 con colori uniformi, che cambiano a seconda delle scelte fatte nelle Impostazioni di Personalizzazione.
Se si vuol far tornare il menù Start com'era prima, è necessario aprire il registro di sistema (cercare regedit sul menu Start) e poi andare alla chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\FeatureManagement\Overrides\0\
Cancellare la cartella 0 e riavviare il PC.

LEGGI ANCHE: Riporta il menu Start di Windows 7 in Windows 10


Posta un commento

Comments (0)

Nuova Vecchia