Come installare Chrome OS su chiavetta USB

Installa ChromeOS Oltre a Windows e macOS X si è fatto strada in questi anni un nuovo sistema operativo per notebook e per PC fissi: Chrome OS, basato sul motore grafico di Google Chrome e in grado di funzionare con un numero elevato di app web e app native incentrate sull'utilizzo costante di Internet.
Se siamo interessati a provare questo nuovo sistema operativo, siete capitati nella guida giusta: qui vi mostreremo come scaricare e installare Chrome OS su qualsiasi computer Windows o su un Mac recente, così da constatare la bontà del progetto e scegliere se acquistare un Chromebook come nuovo portatile per l'utilizzo quotidiano.
Ovviamente non aspettiamoci le stesse performance ottenibili sui dispositivi ottimizzati da Google in persona: l'unico modo per provare davvero Chrome OS prevede l'acquisto di un Chromebook di nuova generazione.

Provare Chrome OS su PC e Mac

Anche se le immagini che vi consiglieremo in basso presentano un livello di stabilità molto elevato, questo sistema operativo non è ancora pronto per l'uso fuori dai Chromebook: aspettiamoci quindi dei malfunzionamenti, delle periferiche che non partono o altri errori comuni dei sistemi operativi ancora in sviluppo.
Nulla però ci vieta di provare Chrome OS in Live USB, così da vedere come gira sul nostro computer o Mac!

Installare Google Chrome OS su PC

Installare Chrome OS su PC non è difficile, visto che sono presenti molte ISO già pronte all'uso (dovremo solo installarle).
Per questa guida vi consigliamo di scaricare Chromium OS, la versione open source di Chrome OS, ottimizzato per PC con il nome di ChromX.
ChromX

Premiamo sul tasto verde e attendiamo la fine del download. Ottenuta la ISO giusta procuriamoci una chiavetta USB vuota da almeno 8GB, colleghiamola al computer in uso e affidiamoci a tool come Rufus per creare la chiavetta USB avviabile.
Rufus

Una volta aperto il tool accertiamoci di indicare la chiavetta USB in alto, premiamo sul tasto SELEZIONA e selezioniamo la ISO di Chromium OS scaricata poco fa.
Confermiamo le impostazioni consigliate da Rufus quindi premiamo in basso su Avvia per avviare la creazione della chiavetta.

Una volta creata la chiavetta riavviamo il PC, cambiamo l'ordine di boot del computer, selezioniamo la chiavetta creata poco fa e attendiamo l'avvio del nuovo sistema, che ci accoglierà con una schermata di benvenuto. Seguendo le istruzioni riusciremo ad arrivare facilmente alla schermata principale, dove possiamo provare alcuni dei servizi integrati e verificare se tutto l'hardware in nostro possesso funziona correttamente.
Per approfondire l'utilizzo di Chrome OS su PC con Windows possiamo leggere la nostra guida Installare Google Chrome OS su PC.

Installare Google Chrome OS su Mac

Chrome OS può essere provato anche sui Mac recenti, visto che l'hardware è di fatto molto simile a quello di numerosi notebook (per esempio troviamo da anni solo CPU Intel, ben supportate dal nuovo sistema operativo). Per provare Chrome OS su Mac vi consigliamo di preparare il tutto da Windows e solo successivamente passare su Mac per le prove finali.
Per iniziare quindi scarichiamo la ISO ottimizzata da CloudReady.
CloudReady

Premendo su Download USB Maker scaricheremo un tool che creerà automaticamente la chiavetta avviabile (che dovremo già aver connesso al PC, come visto nel capitolo precedente), mentre premendo su Download 64-bit image scaricheremo l'immagine da utilizzare con Rufus o programmi simili.
Per proseguire dovremo installare Google Chrome sul nostro computer, seguito dal tool di ripristino dei Chromebook; non appena questi due programmi sono stati aggiunti estraiamo il file bin presente dall'archivio compresso scaricato ad inizio capitolo (possiamo utilizzare 7-Zip o un qualsiasi altro programma gratuito per file compressi), apriamo Google Chrome, avviamo l'estensione per il ripristino dei Chromebook, selezioniamo il file .bin estratto poco fa, selezioniamo la chiavetta USB da usare per lo scopo e seguiamo i passaggi indicati.
Ripristino Chromebook

Al termine dell'operazione spegniamo il PC, colleghiamo la chiavetta USB al nostro mac e al primo avvio premiamo sul tasto CMD (Command) per scegliere quale disco avviare (nel nostro caso la chiavetta USB).
Dopo pochi minuti vedremo comparire la schermata di benvenuto di Chrome OS e potremo utilizzare il nuovo sistema con l'hardware del Mac. Per scoprire se il nostro Mac è compatibile con la versione di Chome OS ottimizzata per Mac, vi consigliamo di leggere la pagina delle compatibilità.

Come facilmente intuibile la chiavetta creata con CloudReady può essere utilizzata anche su Windows, utilizzando gli stessi passaggi visti nel capitolo precedente.
Rispetto alla ISO scaricata in alto la versione CloudReady è altamente ottimizzata e praticamente pronta all'uso, così da poter provare da vicino cosa significa utilizzare Chrome OS come sistema operativo alternativo.

Conclusioni

Nonostante Chrome OS sia ancora abbastanza acerbo per poter funzionare bene fuori dai Chromebook, possiamo fin da subito apprezzare tutti i suoi pregi: velocità d'esecuzione superiore a Windows e pari quasi a macOS, reattività nell'apertura dei programmi e grande interazione con tutti i servizi web più famosi, in particolare con i servizi Google (che sono il cuore pulsante di questo sistema operativo).

Se vogliamo approfondire il funzionamento di Chrome OS, vi invitiamo a leggere le nostre guide Com'è il Chromebook e perchè può sostituire qualsiasi computer e Trucchi e guida Chromebook per lavorare online e offline.
Se invece vogliamo provare un sistema alternativo a Windows e Mac ma con un livello di compatibilità maggiore di Chrome OS, possiamo provare una delle tante distribuzioni GNU/Linux citate nelle guide Linux Mint: la distribuzione Linux alla portata di tutti e Le 10 Distro Linux più usate al mondo.

Posta un commento

Comments (0)

Nuova Vecchia