Installare Play Store, Services e GApps su Android (no Root)

google installer Anche se per la maggior parte delle persone può sembrare strano, ci sono molti smartphone Android che vengono venduti senza le app Google e, sopratutto, senza Play Store.
Volendo fare un'estrema sintesi della storia di Android, vediamo che, nonostante il sistema operativo Android sia open source ed a disposizione di qualsiasi produttore di dispositivi smart, si tratta comunque di un progetto mantenuto e diretto dall'azienda Google che mette all'interno del sistema le sue applicazioni già pronte. A causa però di contrasti commerciali tra Cina e USA, accade oggi che molte aziende cinesi (come Huawei) non abbiano il permesso di includere le Google Apps (GApps) all'interno dei loro smartphone e siano quindi costretti a venderli senza il Google Play Store che permette di scaricare le altre app. Inoltre, siccome manca anche il substrato delle app Google, Play Services, altre app come Google Maps potrebbero non funzionare anche se scaricate da altri store.
Le App Google possono mancare sulle numerose ROM Android personalizzate che possono essere installate su qualsiasi smartphone dopo aver fatto il root del telefono.

Per fortuna, oggi è possibile installare le G Apps, compresi quindi Play Store, Play Services e Google Services Framework, su uno smartphone Android che ne è sprovvisto, in modo semplice e rapido, senza doversi impegnare in procedure di configurazione complicate ed anche senza bisogno di root. In questo momento, ci sono almeno due modi facili per installare Play Store, Play Services e Google Apps su uno smartphone Android.

LEGGI ANCHE: Tutte le App Google per smartphone Android

1) Scaricare il Google Installer
Google Installer è il nome di un pacchetto di G Apps compatibile con qualsiasi smartphone Android. L'installer abilita i servizi di Google Play Store e di Google Play Services, supportando anche la sincronizzazione dei dati, del calendario e della rubrica sul proprio account Google. L'installazione di questo speciale Installer funziona sugli smartphone cinesi come Huawei, Xiaomi, Redmi, Honor e altre marche e non richiede permessi di root.
Il Google Installer si può scaricare come file APK da questo sito, usando il browser del telefono.
Prima di procedere con l'installazione, assicurarsi che sia consentita l'installazione delle APK da fonti esterne. Questo si può fare andando in Impostazioni > Informazioni sul telefono, toccando 7 volte sul numero di build per abilitare le opzioni Sviluppatore, all'interno di questo menù, si troverà l'opzione Consenti posizioni fittizie da abilitare. Inoltre Impostazioni > Sicurezza, abilitare l'installazione da Origini sconosciute e abilitalo.
Adesso si può scaricare il file APK del Google Installer ed installare le app Google, con Play Store e Play Services.

2) Scaricare le Open GApps
Un altro modo per installare le Google Apps su uno smartphone è tramite il file APK di Open G Apps, un progetto nato proprio allo scopo di portare le app Google e lo store Google Play sulle ROM Android che non lo hanno già incluso. Open G Apps, fino a qualche tempo fa si poteva installare su un telefono solo dopo aver fatto lo sblocco con root, tramite installazione da Console di recovery o da PC tramite i comandi ADB. Adesso invece è disponibile come APK (che è il file di ogni applicazione Android) e può funzionare anche su uno smartphone non rootato.

NOTA: Non ho potuto provare l'installazione di queste applicazioni per vedere se funzionano come descritto senza root. Il Google Installer è progettato proprio a questo scopo mentre l'app delle Open GApps dovrebbero richiedere il root per l'installazione. e' ovvio comunque che chi ha flashato una nuova ROM non avrà difficoltà ad installare le Google Apps tramite recovery come spiegato nella guida per flashare una ROM Android.)

Posta un commento

Comments (0)

Nuova Vecchia