Main menu

Pages

Huawei vs Xiaomi: chi fa i migliori smartphone?

Smartphone cinesi Analizzando i volumi di vendita nell'ultimo periodo troviamo in vetta due grandi produttori cinesi, ossia Huawei e Xiaomi. La prima azienda ha ormai scalzato Samsung dalla vetta di smartphone Android più venduti, mentre Xiaomi si è fatta strada con il passaparola degli appassionati e con le pubblicità mirate sui social e (recentemente) anche in TV, diventando un marchio affidabile su cui puntare.
Ma se dovessimo scegliere tra i due marchi, chi vince la sfida? Qual è il miglior marchio cinese di smartphone? Nelle seguenti righe cercheremo di rispondere a questo quesito, mostrandovi sia i pregi che i difetti di entrambi i produttori, così da poter scegliere bene il nostro prossimo smartphone con sistema operativo Android.

LEGGI ANCHE: Migliori Marche Cinesi di Smartphone

Sfida Huawei vs Xiaomi: chi vince?


Oltre a indicare le caratteristiche di ogni produttore citato, vi mostreremo anche il miglior smartphone attualmente in commercio per entrambi, così da poter confrontare anche le schede tecniche di entrambi e scegliere subito il nostro nuovo telefono dopo aver tratto le dovute conclusioni.

Pregi e difetti di Huawei


Mentre Samsung faceva incetta di vendite e si poneva come unica rivale dell'iPhone di Apple, Huawei faceva proseliti tra i giovani e i giovanissimi grazie a telefoni economici, dal design accattivante, dalle prestazioni molto buone in ogni condizione d'utilizzo e un sistema operativo completo sotto ogni punto di vista. Ora a distanza di anni Huawei è diventata un colosso del settore e domina praticamente qualsiasi segmento di vendita, potendo contare su un seguito molto nutrito di affezionati e sempre nuovi telefoni aggiornati e potenti.

Tra i pregi di Huawei infatti citiamo sicuramente l'ottimizzazione del sistema operativo, molto vicino per caratteristiche al lavoro compiuto da Apple sull'iPhone, anche grazie all'hardware Huawei proprietario (di fatto la CPU degli Huawei è prodotta in casa e non è presente su nessun altro telefono Android) e al comparto fotografico davvero eccellente (per anni uno dei migliori).
A questo pregio uniamo un'esperienza utente molto appagante, una buona durata della batteria su qualsiasi smartphone (rispetto alla concorrenza) e tutte le principali funzionalità innovative sempre a portata di mano.
Attualmente l'unico vero difetto noto è la mancanza del Google Play Store su tutti i nuovi telefoni Huawei rilasciati sul mercato. L'azienda sta pagando l'ostruzionismo del governo USA nei sui confronti e Google, per sottostare alle nuove leggi federali, non può offrire i suoi servizi sui telefoni Huawei (Android è open source quindi può essere ancora utilizzato senza problemi). Per tutta risposta Huawei ha lanciato il suo store personale (AppGallery) dove sono presenti tantissime app, ma non siamo ancora sui livelli offerti dal Google Play Store.

Se siamo puntando su un Huawei quindi dobbiamo mettere in conto la possibile assenza di qualche app importante per le nostre necessità o i nostri scopi, oppure provvedere ad installare altr alternative più fornite come gli store visti nella guida Alternative a Play Store per scaricare App Android senza account Google.

Vogliamo un Huawei nonostante le limitazioni? In questo caso lo smartphone con il miglior rapporto qualità/prezzo è senza ombra di dubbio lo Huawei P40 Lite, disponibile su Amazon a meno di 200€.
Huawei

Su questo smartphone troviamo uno schermo HD da 6.4", processore octa-core proprietario, 6 GB di RAM, 128 GB di memoria interna espandibile, quadrupla fotocamera posteriore 48 + 8 + 2 + 2 MP, intelligenza artificiale per gli scatti automatici e sistema operativo Android Open Source 10.0 con AppGallery già pronto all'uso.

Pregi e difetti di Xiaomi


Anche Xiaomi ha seguito un percorso simile a quello di Huawei, diventando prima un punto di riferimento tra gli appassionati di tecnologia e, grazie al passaparola e alla qualità dei prodotti, è diventato uno dei produttori di smartphone più importanti, con pubblicità molto accattivanti in TV e sui cartelloni pubblicitari.
I pregi di Xiaomi sono numerosi: sistema operativo Android modificato e ottimizzato all'inverosimile (con Google Play Store integrato), esperienza utente simile all'iPhone (ma possiamo sempre cambiare launcher se vogliamo qualcosa di diverso), velocità d'esecuzione elevata per app e giochi, aggiornamenti costanti e significativi (con nuove funzioni integrate anche su smartphone di 2 o 3 anni fa) e una buona durata della batteria.
Tra i difetti di Xiaomi troviamo un comparto fotografico non all'altezza di Huawei (anche se le cose stanno migliorando nell'ultimo periodo), sistemi di sblocco biometrici (impronta e riconoscimento del viso) non sempre reattivi e alcune funzionalità non ancora integrate su tutti i telefoni (per esempio l'NFC viene ancora trascurato sui telefoni di fascia bassa, senza un apparente motivo).

Se vogliamo uno Xiaomi vi consigliamo di puntare ad occhi chiusi sul Redmi Note 9 Pro, disponibile su Amazon a meno di 250€.
Redmi

Questo telefono vanta uno schermo IPS DotDisplay da 6.67", processore octa-core di ultima generazione, 6 GB di RAM, 128GB di memoria interna espandibile, Quad Camera da 64MP con intelligenza artificiale integrata, batteria da ben 5020mAh e sistema operativo Android 10.

Conclusioni

Scegliere tra i due marchi al momento è una scelta abbastanza forzata a favore di Xiaomi (che potrebbe presto prenderne il posto in cima alla classifica dei telefoni più venduti), visto che Huawei ha subito un duro colpo con la rimozione del Google Play Store. Se però si cerca uno smartphone di livello, vale ancora la pena puntare su Huawei, ed imparare subito a installare gli APK, visto che potrebbe essere l'unico modo per avere la propria app preferita.

Per trovare altri telefoni interessati dei due produttori citati, vi raccomandiamo di leggere le nostre guide Migliori smartphone Xiaomi (Redmi e Mi) a prezzi vantaggiosi e Gli Smartphone Huawei e Honor migliori da comprare oggi.
reactions

Commenti

table of contents title