Main menu

Pages

Migliori app per la DAD (didattica a distanza)

App DAD

La didattica a distanza o DAD ha assunto un ruolo molto importante nella comunità scolastica moderna, visto che permette di sopperire ad eventuali problemi dell'edificio scuola o a emergenze sanitarie per poter continuare a insegnare e studiare senza dover dipendere per forza dalla didattica in presenza (quella classica, fatta da tutti gli studenti fin dalla creazione della scuola moderna).

Visto che i giovani d'oggi usano più smartphone e tablet rispetto al PC, può essere una buona cosa per gli insegnanti integrare delle app per la didattica a distanza, così che tutti gli alunni della classe possano accedere alle risorse condivise e partecipare alle lezioni online anche senza avere un computer in cameretta o in casa. In questa guida infatti vi mostreremo tutte le migliori app per la didattica a distanza o DAD, da scaricare e configurare (da professori) e da scaricare e utilizzare per lo studio (se siamo studenti di una qualsiasi classe secondaria o se frequentiamo un'università con corsi online).

LEGGI ANCHE: App e strumenti per lavoro di gruppo, chat, comunicazione e condivisione progetti

Guida alle app per la didattica a distanza

Le app non devono essere scaricare solo dagli studenti, ma la loro adozione deve essere coordinata con il professore: non c'è niente di peggio nell'usare un'app che nessun altro usa in aula! Qui in basso abbiamo raccolto tutte le app gratuite che il professore (con le sue classi) può utilizzare senza limiti e senza dover attivare nessun tipo di abbonamento.

App per la didattica a distanza gratuita

La prima app che vi consigliamo di utilizzare è ZOOM Cloud Meetings, disponibile gratuitamente per Android e per iPhone/iPad.

ZOOM

La più famosa app di videoconferenze permette di invitare fino a 100 partecipanti tramite link diretto o link condivisibile via email o via chat, offre un'elevata scalabilità tra tutti i tipi di connessioni e dispositivi e permette di mantenere la diretta della lezione per 40 minuti a gruppo (in realtà basta aprire e chiudere il gruppo e aprirne un altro per ricominciare). I limiti della versione gratuita possono essere bypassati organizzato una pausa di 5 minuti ogni 40 di lezione, così da poter subito riprendere da dove avevamo lasciato. Su questo servizio possiamo anche leggere la nostra guida Come usare Zoom, il programma più usato per videoconferenze aziendali.

Se non vogliamo mai interrompere le lezioni possiamo puntare sul servizio offerto da Google Meet, disponibile gratuitamente per Android e per iPhone/iPad.

Google Meet

Su questa piattaforma basterà essere dotati di un account Google personale per invitare subito tutti gli studenti, che potranno accedere alla videoconferenza tramite link diretto o tramite notifica (se gli studenti hanno già l'app di Google Meet installata). Con l'account gratuito di Google è possibile invitare fino a 100 utenti, senza limiti di durata.

Oltre alle piattaforme di videoconferenza è fondamentale avere a disposizione uno spazio cloud dove caricare esercizi, dispense e registrazioni delle lezioni passate, così che gli studenti possano accedere al materia didattico necessario. Il migliore è senza ombra di dubbio Google Drive, disponibile gratuitamente per Android e per iPhone/iPad.

Con questo spazio cloud potremo caricare tutti i materiali didattici e condividerli velocemente con i permessi limitati, così che solo i nostri studenti potranno accedervi (previa comunicazione dell'indirizzo Gmail o di qualsiasi altro indirizzo email). La versione gratuita offre 15GB di spazio gratuito, che possiamo velocemente aumentare a 100GB pagando solo 2€ al mese.

Se cerchiamo una piattaforma unica per le videoconferenze, per caricare il materiale didattico, per sincronizzare il calendario delle lezioni, per chattare e per modificare i documenti a più mani, l'unica vera risorsa gratuita è Microsoft Teams, disponibile per Android e per iPhone/iPad.

Microsoft Teams

Insieme agli altri strumenti proposti può diventare in poco tempo la vera e propria aula virtuale, dove è possibile scambiarsi opinioni, accedere alla diretta della lezione del professore, scaricare dispense e registrazioni delle lezioni e svolgere i compiti assegnati per ogni singolo utente, così da avere tutto centralizzato. Per imparare ad utilizzare questa piattaforma collaborativa vi invitiamo a leggere il nostro articolo Come usare Microsoft Teams per organizzare il lavoro a distanza.

Uno dei punti di riferimento per la didattica a distanza è senza ombra di dubbio Google Classroom, la cui app è scaricabile gratis per Android e per iPhone/iPad.

Con quest'app avremo a disposizione Google Meet per le videoconferenze, un sistema di chat per alunni e per professori, un sistema di divisioni delle classi per materie, una schermata con le valutazioni per tutti gli alunni e spazio cloud condiviso per fornire dispense, documenti, lezioni e registrazioni. Anche se può essere utilizzato gratuitamente questo strumento dà il meglio di sè con un account G Suite for Education, attivabile presso qualsiasi scuola. Su Google Classroom possiamo anche leggere la nostra guida Come fare lezione con Google Classroom: Guida per insegnanti e studenti.

Conclusioni

Anche se a primo impatto le lezioni a distanza non hanno lo stesso fascino e la stessa praticità della didattica in presenza, esse rappresentano un grande passo in avanti verso una scuola completamente digitale, che permetterà agli studenti di tutto il mondo di apprendere senza dover rimanere bloccati o perdere interi anni scolastici per colpa di fattori esterni (come per esempio successo con il COVID-19).

La lista delle app per la DAD continua nell'articolo sulle app per fare compiti a casa.

Per approfondire il discorso sulla didattica a distanza, possiamo anche leggere il nostro articolo Didattica a distanza: programmi per lezioni di scuola online. Se invece vogliamo utilizzare un computer per le lezioni a distanza o non sappiamo configurare la webcam e il microfono da dedicare alla DAD, vi suggeriamo di leggere i nostri articoli Come scegliere il computer per la scuola o l'università e Come aggiungere microfono e Webcam su PC per le videochiamate. Per usare altre app gratuite di videoconferenza senza limiti di tempo o di utenti possiamo anche leggere il nostro approfondimento Come usare Jitsi Meet, la piattaforma di videoconferenze gratuita senza limiti.

reactions

Commenti

table of contents title