Come utilizzare due PC con un solo schermo (HDMI Switch)

HDMI Switch

Se lavoriamo molto con i computer, effettuiamo riparazioni, abbiamo un negozio d'informatica o scriviamo degli articoli a tema sul nostro blog personale, può capitare di avere a disposizione ben due computer fissi e un solo monitor da sfruttare per entrambi. In questo scenario non è consigliabile usare un singolo cavo HDMI e spostarlo da un computer all'altro in base alle necessità, visto che non sempre la porta HDMI è facilmente accessibile, oltre a rendere decisamente frustrante l'uso di entrambi i computer contemporaneamente. Da buoni esperti informatici possiamo puntare su un buon doppiatore di segnale HDMI o HDMI Switch, in grado di gestire due flussi audio/video separati e farli giungere all'unico monitor a nostra disposizione, scegliendo manualmente a quale computer dare la priorità dello schermo in base a cosa dobbiamo fare in quel preciso momento.

In questa guida vi mostreremo come preparare due computer per condividere un singolo monitor, scegliendo accuratamente i 3 cavi HDMI da utilizzare e quale switch utilizzare tra i modelli disponibili su Amazon. In un capitolo dedicato vedremo anche come usare gli switch USB, così da poter deviare le nostre periferiche di input (tastiera e mouse) da un computer all'altro in maniera semplice.

LEGGI ANCHE: Gestire due monitor sul PC con desktop esteso

Come usare due PC con un solo monitor


Per poter creare questo ambiente condiviso dovremo ovviamente avere un singolo monitor, due PC fissi o due computer di qualsiasi natura (anche un PC e un notebook o un PC e un Mac Mini), tre cavi HDMI della giusta lunghezza e uno switch HDMI in grado di gestire due flussi HDMI separati e di generare un unico output, quello che giungerà alla porta HDMI del monitor. Se ancora non abbiamo acquistato un computer nuovo, vi suggeriamo di leggere tutti i consigli e i suggerimenti presenti nella nostra guida Cose da sapere prima di comprare un computer nuovo.

Scegliere cavi HDMI adeguati


Per questa configurazione necessiteremo di tre cavi HDMI: uno per il computer che identificheremo come "PC 1", uno per il computer che chiameremo "PC 2" e infine l'ultimo cavo HDMI, che collegherà l'output HDMI dello switch scelto al nostro monitor.

HDMI

Se vogliamo piazzare lo switch sulla scrivania, i due cavi per PC 1 e PC 2 devono essere abbastanza lunghi (almeno 1,8 metri), così da poter coprire anche la distanza tra due PC fissi tradizionali. Qui in basso troviamo un elenco di cavi HDMI adatti allo scopo.

Per collegare lo switch al monitor possiamo utilizzare un cavo più piccolo (1 metro o anche meno), così da occupare il minor spazio possibile sulla scrivania, piazzando lo switch anche direttamente sotto il monitor (o sulla sua base). Qui in basso possiamo trovare una serie di cavi HDMI di lunghezza ridotta.

Ovviamente abbiamo piena libertà di configurazione: possiamo scegliere tre cavi lunghi, due cavi corti e uno lungo o anche tre cavi corti, in base alla posizione e alla grandezza dei computer da collegare. L'unica cosa importante è procurarsi tre cavi HDMI di buona qualità prima di proseguire con il resto della guida. Se non conosciamo le sigle che accompagnano un cavo HDMI, vi raccomandiamo di leggere il nostro approfondimento Come scegliere il cavo HDMI giusto.

Scegliere lo switch HDMI adatto


Dopo aver visto i cavi HDMI da utilizzare, veniamo al dispositivo che permette di cambiare la sorgente video tra due computer alla pressione di un semplice tasto: lo switch HDMI.

Switch HDMI

Questo piccolo dispositivo permette di collegare due cavi HDMI come input e di fornire un unico segnale HDMI in uscita (output), che verrà inviato al monitor. Per passare da un PC all'altro non dobbiamo far altro che premere lo Switch Button presente nella parte superiore (accompagnato spesso da due LED luminosi per identificare velocemente la sorgente attiva), così da passare tra i due PC connessi e visualizzare sul monitor solo il video del computer deiderato. Qui in basso abbiamo raccolto i migliori switch HDMI che è possibile acquistare su Amazon ad un prezzo davvero concorrenziale.

Quando acquistiamo uno di questi dispositivi assicuriamoci che si presentino come switch HDMI bidirezionali o che supportino la modalità "2 input-1 output", altrimenti corriamo il rischio di comprare un dispositivo simile ma profondamente diverso come l'HDMI Splitter, che permette di connettere due monitor ad un singolo PC (scenario ben diverso da quello su cui abbiamo basato l'intera guida).

Conclusioni


Ora che abbiamo tutto l'occorrente per poter collegare i nostri due computer al singolo monitor possiamo procedere con la configurazione finale: colleghiamo i cavi HDMI allo splitter, al monitor e ai computer, accendiamo il monitor e accendiamo uno dei due computer (o entrambi): lo switch HDMI si accenderà da solo sfruttando la corrente dei cavi HDMI e, premendo sul tasto presente su di esso, potremo scegliere se visualizzare il video del PC 1 o del PC 2; per rendere tutto ancora più integrato possiamo anche seguire i passaggi della nostra guida Stesso mouse e tastiera per controllare due computer o più, così da poter condividere un mouse e una tastiera tra i due computer (avremo di fatto due switch, uno HDMI e uno USB). Lo switch HDMI può essere utilizzato anche per collegare due console ad una TV che dispone di una sola porta HDMI, così da poter sfruttare entrambe senza dover cambiare televisore (spesa decisamente più costosa).

Se vogliamo utilizzare due monitor affiancati allo stesso computer, sfruttando le porte HDMI di una scheda video dedicata, vi raccomandiamo di leggere le nostre guide Come collegare due monitor al PC e Impostazioni doppio schermo in Windows 10 per lavorare con due monitor.

Se il monitor in nostro possesso non dispone di una porta HDMI, è arrivato il momento di cambiarlo con uno più recente, scegliendo tra i modelli visti nella nostre guide Migliori monitor per PC da comprare tra 100 e 200 Euro e Comprare il monitor largo 21:9 (ultra wide screen).

Posta un commento

Comments (0)

Nuova Vecchia